Venerdì 20/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 21:07
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni Scalo: inaugurata la nuova scuola materna della Quercia, soddisfatti cittadini e insegnanti per l'opera realizzata dal Comune
Una scuola realizzata a tempo di record: solo 9 mesi per costruirla e altri tre per dotarla di tutte le infrastrutture necessarie. “Ma erano 9 anni che coltivavamo questo sogno”, ha detto una delle insegnanti nel corso della cerimonia di inaugurazione. Gli abitanti della popolosa frazione della Quercia hanno finalmente ottenuto quello che chiedevano da tanto tempo: una scuola materna moderna e funzionale, in grado di soddisfare le esigenze di una popolazione che negli ultimi venti anni è andata sempre di più aumentando. Ieri pomeriggio, dunque, la cerimonia ufficiale con tanto di taglio del nastro davanti a tutte le autorità civili, militari ed ecclesiastiche. C'era il sindaco Bigaroni, che da un giorno all’altro si è trovato ad inaugurare un centro per anziani e una scuola per l’infanzia, poi gli assessori Renato Purgatorio, Anna Laura Bobbi, Enzo Proietti Grilli e Alessandro Cardinali, qualche consigliere di maggioranza e opposizione, e poi il parroco della zona don Pietro, la direttrice didattica Sandra Catozzi, il comandante dei carabinieri di Narni Scalo maresciallo Guglielmo Apuzzo, Una rappresentanza del comando provinciale della Guardia di Finanza. Non capita tutti i giorni di inaugurare una scuola nuova di zecca e quindi all’appuntamento non è voluto mancare nessuno. C’erano ovviamente decine di genitori, nonni e zii e poi loro, i piccoli scolari della materna che all’ingresso del sindaco nell’aula grande hanno intonato dei canti regalando un pizzico di emozione ai presenti. “E’ un grande giorno per la nostra comunità – ha detto l’insegnante Gianna Scoccione -. Il nostro grazie va a tutte le famiglie della Quercia che hanno creduto fortemente in questo progetto e per anni hanno pressato il Comune affinché realizzasse un’opera così importante, ma va anche al sindaco Bigaroni ed agli assessori che hanno raccolto i nostri appelli”. Bigaroni, che ha ricevuto in dono dai bambini una foto gigante che riproduce il volto di tutti gli scolari, ha mostrato grande soddisfazione: “Siamo riusciti, a costo di notevoli sacrifici di carattere economico, a mettere a disposizione degli abitanti di questa zona di Narni Scalo una struttura che è all’avanguardia. La nostra amministrazione sta puntando molto sul versante dell’edilizia scolastica ed a breve avremo occasione di vivere altre giornate come questa grazie ai lavori di ampliamento e ristrutturazione che sono in corso in altre scuole del nostro territorio”. L’assessore ai Lavori Pubblici Enzo Proietti Grilli si è soffermato sugli aspetti tecnici della nuova scuola. L’opera è stata realizzata a tempo di record – ha detto -. E’ costata 427.000 euro, compresi gli impianti idraulici ed elettrici. A tale proposito voglio ricordare che questa truttura è tecnologicamente all’avanguardia in quanto autoproduce l’energia elettrica di cui necessita grazie ad un sofisticato impianto fotovoltaico installato sul tetto. Gli spazi sono molto ampi e in grado di ospitare fino a 50 bambini (attualmente sono la metà).
2/4/2006 ore 11:41
Torna su