Lunedì 23/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 09:57
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni Scalo: dopo 11 anni di promesse il Comune non ha ancora realizzato la piscina coperta
Undici anni di promesse e di menzogne. Ma lei continua imperterrita a portare avanti quella che è ormai diventata una battaglia in difesa dei diritti dei cittadini. Lei è Maria Lanari, capogruppo in consiglio di An, cittadina di Narni Scalo e da anni impegnata in una sorta di crociata che la vede alla guida di un ben nutrito numero di abitanti dello Scalo i quali chiedono invano che il Comune costruisca una piscina coperta sul loro territorio. "Il nostro calvario – spiega la Lanari – è cominciato nel lontano 1995 con una petizione firmata da più di mille cittadini e presentata all'amministrazione. A quell'atto sono seguite mozioni, interrogazioni ed O.d.G. condivisi in più occasioni da tutto il Consiglio Comunale in questa, come nelle passate legislature, ma il tempo è trascorso inesorabilmente senza che il Comune prendesse seriamente in considerazione questa necessità che riguarda un numero importante di abitanti. Il problema della mancanza di una piscina coperta non riguarda solo i cittadini che abitano a Narni Scalo, ma anche quelli di Narni centro e delle frazioni perché un impianto del genere sarebbe al servizio di tutti. In Comune si sono sempre giustificati affermando che ci vogliono troppi soldi per costruire una piscina e che sarebbero notevoli anche i costi di gestione. Ed allora è stata più volte tirata fuori la storiella della necessità di trovare un privato che metta mano al portafogli e pensi lui a costruire questa struttura e poi a gestirla. Rimane il fatto che negli ultimi tempi sono stati spesi migliaia di euro per costruire una pista di pattinaggio negli spazi limitrofi al complesso degli istituti superiori, per realizzare l'impianto di illuminazione dello stadio di San Girolamo per una spesa totale di 215 mila euro, con accensione di un mutuo da parte del comune di Narni ed è stato acceso un altro mutuo di 500 mila euro per la rifunzionalizzazione della Palestra di San Girolamo. Possibile – si chiede la Lanari – che in mezzo a tutti questi progetti non ci sia mai stato spazio per la piscina coperta?".
7/11/2006 ore 15:37
Torna su