Mercoledì 20/11/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 11:25
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni Scalo: degrado totale intorno al cimitero, cespugli e rifiuti negano quel decoro che i nostri concittadini defunti meriterebbero
Degrado intorno al cimitero comunale. Un’intera area, di proprietà privata, dove piante ed erbacce sono cresciute creando una piccola foresta proprio a ridosso delle mura cimiteriali. Sul fronte opposto, a pochi metri dagli ingressi, situazione analoga, con un’altra proprietà privata all’interno della quale si notano macchinari tipici di una segheria, mucchi di fogliame ed altro materiale. Uno spettacolo non troppo decoroso, che stona con quel luogo e con il rispetto che esso dovrebbe incutere nelle persone. E’ triste rendersi conto che rispetto e decoro nei pressi del cimitero comunale, dove riposano migliaia di cittadini narnesi, non esistono. La strada di accesso, via Madonna del Piano, è stretta e piena di avvallamenti che nei giorni di pioggia favoriscono la formazione di pozzanghere. Non c’è il marciapiede e le persone che, scendendo alla fermata dei mezzi pubblici che si trova sulla Tuderte, attraversano questo tratto per dirigersi presso l’ingresso principale del cimitero, debbono fare attenzione alle auto che viaggiano nelle due direzioni. Capita spesso, soprattutto in occasione di funerali o di ricorrenze particolari, che molti automobilisti parcheggino le loro auto ai lati della strada ed in questi casi la situazione si complica ancora di più perché al disagio dei pedoni si unisce quello di chi quella strada la usa per andare o tornare da Cigliano o dalle numerose case che si trovano nella vallata sottostante il viadotto di San Pellegrino. C’è poi il problema dei chioschi dei fiorai che “rubano” spazio ed impediscono di allargare la strada e di realizzarci il marciapiede, ma questa è un’altra faccenda della quale parliamo a parte. La gravità della situazione riguarda maggiormente il degrado che regna tutto intorno al cimitero ed in modo particolare sul lato che da verso via Tuderte. Qui ci sono piante, erbacce e cespugli in mezzo ai quali sono stati gettati rifiuti di ogni tipo che nessuno si è mai premurato di raccogliere. Quell’area è privata, ma questo non significa che il comune debba disinteressarsene. Anzi, spetterebbe proprio all’amministrazione richiamare i proprietari del terreno ed imporre loro di ripulirlo da tutte le brutture che si presentano all’occhio di chiunque. Il degrado riguarda anche il fosso che scende dalle colline di Cigliano ed attraversa una vasta area a ridosso delle mura di cinta del cimitero. Ci sono rifiuti anche lì, ma tutti fanno finta di non vederli.

4/3/2005 ore 4:49
Torna su