Giovedì 30/03/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 22:33
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni Scalo: automobilisti entrano e parcheggiano dentro al parco pubblico, i cittadini chiedono l'intervento dei vigili
Entrano. A tutte le ore. E parcheggiano, spesso, accanto all'ex bocciodromo. Un'abitudine, puntualmente stigmatizzata da quanti (e sono tanti) vedono in questo comportamento un gesto di inciviltà. Parliamo delle automobili che entrano all'interno del Parco dei Pini di Narni Scalo, ovvero in un'area che dovrebbe essere utilizzata solo ed esclusivamente da gente che "va a piedi". A riportare all'attenzione delle cronache un fenomeno che va avanti ormai da anni è un ex sindaco di Narni, Giulio Cesare Proietti, che ha denunciato la situazione che si registra al parco pubblico di Narni Scalo, sulla propria bacheca di Facebook. Proietti ha pubblicato la foto che vedete qui accanto ed ha poi espresso la sua opinione. "Non voglio urtare la la sensibilità di nessuno - scirve -. So che la mia è un'opinione minoritaria e sono anche consapevole del fatto che le auto sono ovunque. Mi permetto tuttavia di insistere sul fatto che sarebbe bene preservare alcuni spazi dalla presenza di auto. Per un fatto 'simbolico', per ricordarci che siamo esseri umani che, oltre alle ruote, possono utilizzare le gambe. Detto questo - conclude Proietti -, la maggioranza decide e io mi adeguo". Il post dell'ex sindaco di Narni ha acceso una discussione sull'argomento. "Da decenni - ha scritto Sauro Laranci, anche lui con un passato da amministratore -, protesto per questo scempio. Mi sono battuto anche dal di dentro, quando partecipavo alle attività dell'Arci. Ricordiamoci anche che, tutt'ora, quel luogo è sede di Arciragazzi Narni 'Parco dei Pini' con missione prevalentemente educativa. E' una cosa inammissibile e gravissima". Sull'argomento ha voluto dire la sua anche Maria Lanari, per tanti anni consigliere comunale di opposizione ed ora fuori dalla politica. "Le auto - afferma Lanari -, entrano dalla strada che si trova tra il parco ed il campo di atletica. Tutto 'legale' e condiviso dalla amministrazione comunale. Non a caso hanno delimitato con una recinzione il parco dei bimbi dalla strada. E' una guerra persa". Quale che che sia la 'porta' di ingresso, utilizzata da quelle persone che ogni giorno entrano nel parco e parcheggiano le loro auto nei pressi dell'ex bocciodromo, conta poco. La gente di Narni Scalo, in particolare mamme di bambini ed anziani, chiedono che qualcuno intervenga, facendo dei controlli e sanzionando chi compie gesti del genere. In realtà non sembrerebbe nemmeno tanto difficile risolvere la questione. Basterebbe che i vigili urbani facessero dei sopralluoghi durante il giorno dentro al parco pubblico e se dovessero trovare delle auto, entrate senza alcun tipo di autorizzazione (trasporto di persone con handicap o mezzi utilizzati per caricare o scaricare merci), provvedano a sanzionare i relativi proprietari.
10/2/2017 ore 4:00
Torna su