Martedì 14/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 07:53
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni Scalo: è stata aperta la strada che collega la rotonda di via Tuderte con via della Vignola, c'erano il sindaco e numerosi assessori
Strada aperta e rotonda inaugurata ufficialmente. Ieri mattina, alla presenza del sindaco Stefano Bigaroni del vice Daniele Latini e degli assessori Guido Fabrizi, Simona Bozza, Francesco De Rebotti e Roberta Isidori, è stato dunque dato il via quella che l'ufficio Urbanistica del Comune ritiene essere una "importante opera che segna il primo passo in direzione del nuovo assetto viabilistico di Narni Scalo prefigurato nel Piano Regolatore Generale". L'opera, il cui costo complessivo è pari a 261.000 euro è stata cofinanziata dalla Regione dell'Umbria con un contributo di 180.000 euro mentre la restante somma di 81.000 euro è stata finanziata dall'Amministrazione Comunale con un mutuo della Cassa Depositi e Prestiti. "L'apertura del primo tratto di strada – spiegano dal Comune – rappresenta soltanto la prima parte della nuova viabilità prevista dal PRG riguardo alla zona sud di Narni Scalo. La nuova strada, a tracciato completato, collegherà via Tuderte con via Capitonese mentre oggi, con questo primo stralcio, si limita a collegare via Tuderte con via Trieste e via del Parco. La rotatoria all'innesto con via Tuderte contribuirà a decongestionare il traffico lungo via Tuderte, canalizzando direttamente i veicoli diretti alle scuole ed evitando gli insidiosi innesti a raso, pericolosi, e una delle cause principali delle lunghe file in corrispondenza dell'entrata e uscita dalle scuole. Quando sarà stato realizzato anche il tratto successivo, alle spalle del Parco dei Pini, la rotatoria disimpegnerà una mole di traffico ancora maggiore intercettando il traffico proveniente dalla superstrada, da La Quercia e Capitone e diretto a Narni, evitando l'attraversamento longitudinale dell'abitato. La nuova strada acquisirà importanza ancora maggiore con la realizzazione del nuovo ospedale comprensoriale. E' evidente che la strada Amerina non può sopportare, allo stato attuale, data la larghezza della strada ed il tortuoso tracciato, l'incremento di traffico derivante dall'entrata in esercizio dell'importantissima struttura territoriale. In questo contesto la nuova strada, unitamente alla futura variante Nord (dall'Hotel Fina alla Capitonese) giocano una funzione molto importante. La questione traffico a Narni Scalo – dicono ancora dall'Ufficio Urbanistica - è senza dubbio una delle questioni nodali e questo intervento va senz'altro nella direzione della soluzione di questa criticità in linea con le risorse proprie che l'Amministrazione ha deciso di impegnarvi e saputo ottenere dalla Regione".
22/12/2007 ore 17:05
Torna su