Giovedì 14/11/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 13:44
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: Rifondazione Comunista sta preparando una lista trasversale dentro alla quale potrebbero confluire anche personaggi del centrodestra
Una lista trasversale. Inimmaginabile sino a qualche giorno fa. Un'alleanza inedita, tra personaggi della sinistra radicale ed altri provenienti dal centrodestra. Rifondazione Comunista ha spalancato le porte ed è pronta ad accogliere quanti più "scontenti" possibili. "Purché si tratti di gente che è pronta ad accollarsi un impegno serio che è quello di rendersi disponibili a governare una città avendo come punti di riferimento i bisogni reali della gente", dicono dalla segreteria del partito di Bertinotti. Ed ecco che dentro alla lista che si sta allestendo a sinistra starebbero per entrare dei soggetti che nell'attuale consigliatura fanno parte della opposizione e che fino ad oggi si sono scontrati con i loro dirimpettai rifondaroli. Si parla di Adiberto Favilli, una cui collocazione all'interno della Cdl non sembra più possibile per una serie di questioni legate ad una diversità di vedute emersa in più di un circostanza nel corso dei cinque anni di mandato, e addirittura quel Piero Fiordi che fino a qualche giorno fa veniva dato come il promotore di una lista civica "autonoma". Niente di ufficiale, beninteso, ma contatti tra le parti ci sarebbero già stati e sia Favilli che Fiordi avrebbero manifestato un certo interesse per il progetto lanciato da Rifondazione. "Stiamo lavorando per fare una lista dentro alla quale debbano starci elementi della società civile narnese – ha detto Giulio Ratini segretario di Rc -. I trascorsi politici di ognuno possono rappresentare un bagaglio di esperienza e non già di divisione, quando si ha la volontà comune di gestire un vero progetto di rilancio della città e del territorio". Ancora top secret il nome del candidato a sindaco, "che dovrà essere un personaggio gradito a tutti coloro che aderiranno al nostro progetto", ha ribadito Ratini. Frattanto Rifondazione Comunista esclude la possibilità di un riavvicinamento con la coalizione pro-Bigaroni, nonostante in giro per la città sia circolata la voce di "segnali" che qualche esponente Ds avrebbe provato a rilanciare verso i rifondaroli.
23/2/2007 ore 5:19
Torna su