Domenica 16/06/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 05:42
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: rifiuti abbandonati in strada, il sindaco De Rebotti chiede ai cittadini di "fare la spia"
Rifiuti abbandonati in strada. La situazione non cambia ed anzi negli ultimi tempi è addirittura peggiorata. Sono infatti sempre di più le piccole discariche create ogni giorno dall'inciviltà di certi individui agli angoli delle strade. Nel cuore del centro storico, come nelle vie della periferia, financo nelle frazioni. I cittadini, quelli che rispettano le regole, si indignano. Ora anche il sindaco mostra tutta la sua indignazione di fronte al pessimo spettacolo offerto dai mucchi di rifiuti che spuntano ogni giorno sui bordi delle strade narnesi. E sulla propria bacheca di Facebook De Rebotti ha postato una foto che ritrae un mucchio di rifiuti speciali (parti di vecchi computer, televisori ed altro), abbandonati da ignoti sul ciglio di una strada nella zona de La Quercia. Mostra risentimento il primo cittadino di Narni e questo gli fa onore, ma quanti anni sono che questa squallida situazione va avanti senza che l'amministrazione abbia mai alzato un dito contro i colpevoli di certe trasgressioni? Quante volte è stato annunciato che il comune avrebbe dato il via ad una campagna di repressione nei confronti di coloro che fossero stati pizzicati ad abbandonare i rifiuti lungo le strade? E quante volte il comune ha minacciato di usare il famoso "pugno duro" che nella realtà dei fatti non è mai stato adottato? Ci sono alcuni punti del centro storico dove, da più di dieci anni, c'è gente che puntualmente abbandona i propri rifiuti. Ebbene non ci risulta che queste persone siano mai state multate. Possibile che sia così difficile trovare dei sistemi per scovare gli autori di questi gesti vergognosi? Se si vuole davvero combattere questo incivilissimo modo di agire, basterebbe organizzare dei controlli mirati in quei punti dove avvengono gli abbandoni dei rifiuti; ricorrendo magari a degli appostamenti di personale in borghese, fatti magari dalla finestra di un'abitazione o comunque a una distanza tale da non insospettire l'eventuale cittadino che non rispetta le regole. Lo si fotografa, o lo si filma, poi si fa scattare il regolamento che prevede l'applicazione di multe. Fatto questo si dovrebbe successivamente dare conto alla cittadinanza dei provvedimenti presi in modo da mettere sull'avviso i trasgressori abituali, che ci penserebbero due volte prima di continuare a buttare rifiuti in strada. Insomma, il fatto che il sindaco si indigni e chieda ai cittadini di travestirsi da Sherlock Holmes, invitandoli ad annotarsi i numeri di targa dei mezzi dai quali vengono gettati i rifiuti per comunicarli poi ai vigili urbani, non serve a niente. Anche perchè è assai improbabile, secondo noi, che la gente, di questi tempi, si metta "a fare la spia". I controlli li deve fare chi amministra la città, usando tutti gli strumenti che ha a sua disposizione. E soprattutto attuando per davvero e senza alcuna pietà il tante volte annunciato pugno duro. Solo con multe salate si potrà combattere questo tipo di fenomeno.
Per completezza di informazione riportiamo le parole usate da De Rebotti per commentare la discarica de La Quercia. "Se qualcuno ha visto quello che mi è stato indicato essere un furgone che spesso scarica di tutto in quella zona - ha scritto il sindaco su Facebook -, per favore rivolgetevi ai Vigili Urbani di Narni che intanto sono stati incaricati di verificare la rintracciabilità, attraverso l'esame dei rifiuti, di colui che è responsabile dello scempio. Appena fatta l'indagine interverrà l'Asm per la ripulitura straordinaria che è un danno che un singolo compie nei confronti di tutta la comunità. Quei rifiuti possono essere smaltiti al Cos con delle premialità o ritirati gratuitamente a domicilio. Non ci sono scuse all'inciviltà e al menefreghismo. Vi chiedo gentilmente di segnalare quindi le targhe dei mezzi visti scaricare questi materiali".
(Nella foto - è un pò sfocata - la foto allegata dal sindaco su Facebook e che ritraie la discarica trovata a La Quercia)
7/10/2014 ore 2:16
Torna su