Domenica 15/12/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 14:13
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: plateale protesta di Sergio Bruschini che si presenta in consiglio comunale vestito con il costume della corsa all'anello
L'aveva detto che un giorno o l'altro si sarebbe presentato in consiglio comunale indossando il costume medioevale e ieri ha mantenuto la promessa. Così quando si è presentato all'interno dell'aula consigliare si è levato dapprima un brusio che ha subito lasciato il posto a commenti più o meno salaci. "Ma che è Carnevale?", ha detto qualcuno dai banchi della maggioranza, mentre altri si sono astenuti dal fare commenti, sebbene la loro espressione fosse più che eloquente. Ma lui, Sergio Bruschini, capogruppo di Forza Italia, con indosso un vistoso mantello rosso ed una corazza, non si è lasciato condizionare dalla reazione degli altri consiglieri e quando è stato il suo turno, nella fase iniziale dei lavori che concede a chi lo desidera di fare un intervento di cinque minuti, ha spiegato il motivi del suo travestimento. "La mia non è una pagliacciata fatta per festeggiare in ritardo il Carnevale – ha detto -, piuttosto una manifestazione di protesta attraverso la quale intendo portare alla ribalta per l'ennesima volta il problema della scarsa attenzione che il Comune dedica alla corsa all'anello. Non è possibile che dopo decenni di accorati appelli nessun amministratore si sia fatto carico di dare delle risposte concrete riguardo agli esigui contributi che vengono concessi ad una manifestazione così importante ed il cui valore è riconosciuto ormai a livello nazionale. Il sindaco e l'assessore debbono spiegare alla città, ai terzieri ed alle centinaia di volontari che con il loro lavoro mandano avanti la festa, il perché il Comune di Narni e gli altri enti continuano a considerare la corsa all'anello alla stregua di una sagra paesana". Poi Bruschini ha chiamato in causa anche Mara Gilioni, l'attuale vice presidente del Consiglio regionale. "Tutti noi ci aspettavamo tanto da lei, in quanto essendo narnese ben conosce la realtà della festa ed anche le necessità di carattere economico di cui essa ha bisogno. Invece la Gilioni si è fino ad oggi disinteressata in modo totale della corsa all'anello e più in generale di Narni, tanto che nell'elenco dei finanziamenti previsti dal 'Docup Obiettivo 2" della Regione dell'Umbria, troviamo tante manifestazioni ed eventi, tranne la nostra festa".




29/3/2008 ore 6:19
Torna su