Mercoledì 16/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 15:02
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: palazzo comunale off-limits ai disabili, dal Comune promettono: presto ogni problema verrà risolto
Sono pronti a dare battaglia per far valere i loro diritti. Ed ottenere che vengano abbattiute le tante barriere architettoniche presenti all’interno del rinnovato palazzo comunale di Narni. Gianfranco Colasanti, presidente nazionale dell’Unmil (Unione Nazionale Mutilati Invalidi sul Lavoro), e da anni sulla sedia a rotelle, ieri mattina si è presentato davanti al portone del palazzo civico per verificare di persona i problemi esistenti. Prima ancora di varcare la soglia Colasanti ha avuto un bel da fare per trovare i proprietari delle automobili che occupavano abusivamente i parcheggi riservati ai disabili presenti sulla piazza. “I lavori per rimettere a nuovo questo palazzo sono durati tanti anni – ha detto Colasanti - , ma nessuno ha tenuto in considerazione il problema delle barriere architettoniche presenti dall’atrio al quarto piano”. Colasanti si è fermato a parlare con i disabili dell’associazione “Free Life”che gestiscono a piano terra l’ufficio informazioni del Comune, i quali condividono appieno la protesta. “Sono anni – dicono gli operatori dell’associazione - che ci battiamo per chiedere quel minimo di rispetto che le nostre condizioni dovrebbero garantirci, ma i nostri appelli sono sempre rimasti inascoltati. Ci aspettavamo che con i lavori di ristrutturazione tutto cambiasse e che anche la più piccola barriera architettonica venisse abbattuta, ma non è stato così. I disabili che ad oggi dovessero venire in Comune per sbrigare una qualsiasi pratica, non possono farlo, perché davanti a loro troverebbero gradini, scale ed altri ostacoli insuperabili”. “Come prima cosa – ha detto Colasanti – chiederemo un incontro urgente al sindaco di Narni; poi accelereremo i tempi per formare una consulta che di permetta da qui in avanti di avere un ruolo nelle scelte che verranno fatte”. Dal Comune spiegano che “i lavori non sono terminati e le barriere ancora esistenti verranno abbattute in tempi brevi. Al momento, se un disabile ha necessità di fare una pratica, può sostare all’ufficio informazioni ed attendere l’arrivo del funzionario che scenderà dai piani superiori e si metterà a sua disposizione. In futuro verrà allestito un ‘back-office’ a piano terra che permetterà a tutti i cittadini e in modo particolare ai disabili di svolgere tutte le pratiche ordinarie (anagrafe, tributi ed altro) senza salire ai piani superiori”.
(Nella foto si vede chiaramente il pavimento sconnesso che c'è nell'atrio del palazzo comunale. Ma questo è solo uno dei tanti problemi che debbono affrontare i disabili)
3/3/2011 ore 0:01
Torna su