Mercoledì 21/08/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 12:24
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: l'assessore De Arcangelis contro l'apertura dei negozi nelle giornate del 25 aprile e del 1 maggio
Le Organizzazioni Sindacali hanno programmato un’iniziativa di sciopero per protestare contro l'apertura dei negozi durante le festività del 25 Aprile e del 1 Maggio, che non consentiranno ai lavoratori e alle lavoratrici di passare queste festività con i propri cari. Sulla questione interviene Marco De Arcangelis, assessore al Commercio del Comune di Narni Marco De Arcangelis. "Credo - afferma, che ci sia un problema da vedere e verificare fino in fondo riguardo alla liberalizzazione degli orari varata lo scorso anno. Al di la, infatti, di alcune questioni di principio è necessario verificare se gli obiettivi attesi con la liberalizzazione sono stati raggiunti. C'è stato un aumento dei consumi ? C'è stato un aumento dell'occupazione? È migliorata la qualità della vita e la possibilità di gestirsi gli orari da parte dei cittadini? Sono diverse le strutture commerciali, di media grandezza, le cui proprietà ci dicono che questi risultati non sono stati ottenuti. Sono aumentati gli straordinari se non semplicemente le ore a recupero dei lavoratori del commercio e non i posti di lavoro, in un contesto in cui i consumi si contraggono e la gente spende di meno. Mi chiedo - si domanda De Arcangelis - se non sia il caso di fare il punto della situazione e magari aprire un tavolo locale che possa organizzare il miglior servizio ai cittadini senza per questo costringere i lavoratori e le lavoratrici a sacrifici impropri e le strutture a sopportare costi eccessivi , garantendo delle serie di aperture a rotazione tali da garantire il servizio e limitare al tempo stesso i sacrifici e gli sprechi. Alle organizzazioni sindacali si formula l'invito a lasciare l'arma estrema dello sciopero per situazioni di maggiore emergenza".
(Foto di repertorio, presa dalla Rete)
24/4/2013 ore 16:08
Torna su