Lunedì 06/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 22:27
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: la nuova strada di collegamento tra Berardozzo ed il Suffragio è considerata "inutile" dal Pdl
La ritiene una strada inutile. Che al momento servirebbe solo a far spendere dei quattrini al Comune. "A meno che la stessa strada non venga inquadrata in un progetto più ampio che dia l’ok anche all’anello di collegamento tra il parcheggio del Suffragio e quello degli Orti". Per Sergio Bruschini (capogruppo Pdl), la strada che collegherà il bivio di Berardozzo con san Girolamo e quindi con il grande parcheggio del Suffragio “non ha ragione di essere utilizzata”. L’esponente dell’opposizione è convinto che “l’insistenza con la quale l’amministrazione comunale sta cercando di convincerci sull’utilità della strada è legata esclusivamente ai vantaggi che la stessa avrebbe per quelle ipotizzate attività commerciali previste dal progetto che presto cambierà il volto al Suffragio”. Bruschini rileva che “ un tratto della strada chiamata dei ‘Bastioni’ è finanziato dal Puc 2, un altro tratto si lega al nuovo progetto che porterà ad un raddoppio dell’attuale parcheggio ed alla realizzazione di grandi infrastrutture e spetta ai privati accollarsi i costi della sua realizzazione. Nella fattispecie si parla di 2.500 metri quadrati di ipermercato ed altri 600 di superfici commerciali. Accanto a queste strutture sorgeranno anche il nuovo ufficio postale e la nuova caserma dei carabinieri”. Bruschini teme insomma che la nuova strada Berardozzo-Suffragio serva più agli imprenditori privati che non ai cittadini o ai turisti. “Se non si mette mano al progetto che collega il Suffragio con gli Orti – si chiede – che senso ha arrivare sotto la piazza se poi una parte della città rimane tagliata fuori?. Si ragioni in modo completo e non a pezzi e bocconi. In questo modo si spende il doppio dei soldi e di questi tempi non mi sembra assolutamente il caso di perseguire certe strategie”.
24/2/2011 ore 10:42
Torna su