Lunedì 18/11/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 16:11
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: la centrale da 400 mgw si farà, contenti i Ds, polemico Favilli che rinfaccia a Bigaroni di aver perso troppo tempo
Tutti contenti. L’accordo raggiunto nei giorni scorsi tra le istituzioni locali circa la realizzazione di una centrale da 400 megawatt da costruire a Nera Montoro, viene salutato con soddisfazione dai Ds narnesi ma anche da altre forze politiche dell’opposizione. “E’ stato un importante passo avanti-ha commentato il segretario narnese Francesco De Rebotti-Questo accordo ci consente di uscire da una fase di incertezza, ma soprattutto definisce gli obiettivi che le istituzioni si pongono nel confronto con il governo e la Tyssen Krupp. I contenuti dell’accordo sono molto chiari. Si intende ottenere, attraverso il potenziamento degli impianti esistenti o, in subordine, attraverso la realizzazione di nuovi impianti di generazione elettrica alimentati a metano, un incremento della potenza complessiva non superiore a 400 MW elettrici, con le caratteristiche occorrenti per soddisfare i fabbisogni dell’Ast. Tutto ciò escludendo la realizzazione di nuovi elettrodotti e mettendo la parola fine sul progetto della centrale da 800 MW, già presentato dall’Ast, e il cui iter giace tuttora al ministero dell’Ambiente”. Soddisfatto, ma caustico, Adiberto Favilli del centrodestra: “ Dopo tre anni il sindaco Bigaroni, incalzato dalla Lorenzetti, ha deciso di esprimere parere favorevole alla costruzione della centrale a Narni-attacca-durante questo periodo, però, il nostro comune ha dovuto rinunciare alla possibilità di impostare una politica di programmazione economica che avrebbe permesso di rilanciare lo sviluppo del nostro territorio, creando sfiducia in tutta la classe imprenditoriale. Di tutto questo i cittadini dovranno tenerne conto al momento delle prossime elezione a sindaco della città”.
18/5/2005 ore 4:16
Torna su