Mercoledì 26/07/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 02:42
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: il progetto "Musica nelle scuole" approda al Manini, lezioni-concerto per centinaia di studenti
Giovedi 19 marzo “Musica nelle Scuole” di Narnia Arts Academy si trasferisce al Teatro Manini di Narni. Qui è in programma un incontro con gli studenti della scuola primaria "G. e A. Garibaldi" e la media "L. Valli" di Narni. Grande successo hanno ottenuto finora le lezioni-concerto di Narnia Arts Academy nelle varie scuole di Terni. Un progetto che si propone di avvicinare i ragazzi ai vari stili musicali con una panoramica della storia musicale degli ultimi 300 anni, da Mozart, Beethoven e Chopin, al repertorio operistico, fino al jazz e alla grande musica americana di Gershwin e Bernstein, il Musical di Andrew Lloyd Webber, la musica per film e il Tango Argentino di Piazzolla. Un programma culturale a tutto tondo, per far scoprire ai giovani le varie espressioni del linguaggio universale della musica. Grazie al sostegno della Fondazione Casse di Risparmio di Terni e Narni, il programma “Musica nelle Scuole” raggiungerà oltre 2.000 studenti di elementari, medie e superiori di Terni e Narni. “Credo molto in questa iniziativa – dice Cristiana Pegoraro, presidente di Narnia Arts Academy – in quanto ritengo sia molto importante dare spazio alla musica nella formazione culturale dei giovani. E' altrettanto fondamentale far avvicinare i ragazzi alla musica in maniera spontanea e anche divertente. Bisogna interessarli con storie accattivanti e curiosità relative ai compositori, al periodo storico, alla loro vita e perchè no, anche ai loro amori. Mostrare un compositore non solo come un grande genio, ma anche, e soprattutto, come uomo. Credo che questi mezzi possano aiutare i giovani a decodificare il linguaggio della musica e farli così avvicinare ai capolavori che hanno segnato la storia degli ultimi tre secoli”. Il programma si protrarrà fino al mese di giugno e vedrà anche la partecipazione dell’Unicef, di cui Cristiana Pegoraro è testimonial, per una sensibilizzazione degli studenti alle problematiche giovanili.
19/3/2015 ore 12:20
Torna su