Domenica 18/08/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 12:10
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: il Movimento 5 Stelle diffida sindaco e assessore riguardo all'uso di diserbanti tossici
Con un atto di diffida stragiudiziale, il Movimento 5 Stelle di Narni, ha intimato al Comune di "rinunciare a rimuovere le erbe infestanti, facendo uso di prodotti chimici pericolosi per la salute dell'uomo e degli animali". In una nota gli esponenti del M5S narnese diffidano il sindaco De Rebotti e l'assessore all'Ambiente Alfonso Morelli dal non più utilizzare simili prodotti. "il Comune - si legge nella diffida - deve rinunciare a rimuovere le erbe infestanti tramite la società affidataria che si avvale di un diserbante che contiene sale isopropilammico del glifosate". "Le problematiche dei pesticidi - affermano i grillini - sono evidenziate da studi di epigenetica ovvero dalla possibilità che sostanze esogene di qualunque natura possano alterare l'espressione delle basi del corredo genetico. Il glifosate può accumularsi e persistere nel terreno per anni distruggendo i microrganismi utili nel terreno ed essenziali per la vita delle piante e promuovendo anche la proliferazione di agenti patogeni che causano le malattie delle piante. Il diserbante rilasciato ai bordi delle strade - afferma M5S nel comunicato - va a mischiarsi con le acque che defluiscono dall'asfalto verso le cunette e attraverso queste può arrivare alle falde acquifere. Inoltre questa sostanza uccide gli anfibi e i lombrichi utili alla fertilità della terra, danneggia la flora selvatica e la biodiversità collegata, api e insetti utili in particolare, compromettendo vaste fonti alimentari anche per gli esseri umani, distrugge l’humus dei terreni, compromettendone la fertilità e provocando frane, dilavamento, erosione e allagamenti". Ed ancora: "il glifosate ha effetti cancerogeni e teratogeni nell'uomo, quindi diffidiamo il Comune di Narni dall'utilizzo del suddetto diserbante o da altri diserbanti a base di glifosate su tutto il territorio di pertinenza comunale ed invitiamo ad adottare la pevenzione primaria, intesa come l'insieme delle scelte e dei provvedimenti adottati in ambito ambientale, con l' obiettivo di ridurre l'esposizione della popolazione e soprattutto della sua componente più fragile quale l'infanzia a fattori di rischio per la salute e in particolare a sostanze tossiche mutagene e cancerogene. Invitiamo inoltre il Comune ad assumere il principio che fornire un'informazione indipendente e scevra da condizionamenti di qualsivoglia tipo, sia la condizione indispensabile affinché scelte, spesso cruciali, in tema ambientale e salute siano condotte nel rispetto della verità scientifica e del bene della comunità".
(nella foto di repertorio l'effetto prodotto sull'erba da un diserbante)
17/10/2013 ore 10:55
Torna su