Lunedì 06/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 23:26
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: il Comune punta sull'energia alternativa e concede degli incentivi a coloro che realizzano impianti solari o fotovoltaici
Energia alternativa. Narni è ai primi posti in Italia, per aver creduto subito nelle potenzialità di forme alternative di approvvigionamento energetico. E il sindaco Bigaroni mostra con fierezza i primi risultati raggiunti. In una delle ultime sedute del Consiglio Comunale il primo cittadino è intervenuto sull'argomento rispondendo ad una interrogazione che avevano presentato Mario Persio (Uniti per Narni) e Alfonso Morelli (Rifondazione Comunista). "La certificazione energetica degli edifici è obbligatoria – avevano sostenuto i due esponenti della minoranza - e quindi con il nuovo decreto in materia di risparmio energetico si prevede che anche i vecchi edifici e comunque tutti quelli esistenti devono essere dotati di certificato energetico. Dal 1 luglio di quest'anno è diventato obbligatorio il 'bollino verde' anche per gli edifici superiori ai 1.000 metri quadrati, nel caso di compravendita dell'intero immobile, mentre a luglio del 2008 l'obbligo verrà esteso anche agli immobili di superficie inferiore ai 1000 metri quadrati e dal luglio del 2009 l'attestato di efficienza energetica non potrà mancare anche nelle compravendite di singoli appartamenti. Il decreto – avevano osservato Persio e Morelli - prevede inoltre l'obbligatorietà per i nuovi edifici della installazione di impianto solare termico per riscaldamento dell'acqua ed impianto fotovoltaico la cui potenza sarà stabilità con decreto opportuno. In base alle suddette premesse, come sta affrontando il Comune di Narni la necessità di inserire nel proprio regolamento edilizio le nuove norme? Sono previste misure di formazione e informazione sui nuovi sistemi di produzione energetica e risparmio energetico per i soggetti economici, produttivi, imprenditoriali che volessero lavorare in tal settore?". Pronta la risposta di Bigaroni. "Narni in questo settore è molto avanti – ha detto -. Basti pensare che all'interno del Piano regolatore, studiato negli anni novanta ed approvato nel 2003, sono previsti incentivi importanti per chi utilizza impianti fotovoltaici sul nostro territorio. Noi stessi crediamo molto in queste forme di energia alternativa, tanto che in alcune scuole abbiamo già installato questo tipo di impianti, che intendiamo estendere a tutte le strutture di proprietà comunale, compresi gli acquedotti ed i depuratori. I privati possono risparmiare fino al 15% sui costi di installazione di un impianto fotovoltaico; molti nostri cittadini hanno già usufruito di questo incentivo e altri si apprestano a farlo. Quindi – ha concluso Bigaroni – rispetto al decreto ci stiamo muovendo nella giusta direzione e Narni ha tutti i diritti per potersi definire città energeticamente all'avanguardia".


30/9/2007 ore 10:45
Torna su