Mercoledì 15/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 04:33
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: il Comune punta sul software libero e risparmia denaro pubblico che dirotta su altre iniziative
Il Comune di Narni, nell'ottica della Legge Regionale "Norme in materia di pluralismo informatico, sulla adozione e la diffusione del software a sorgente aperto e sulla portabilità dei documenti informatici nell'amministrazione regionale", per la realizzazione del web-gis della zonizzazione acustica del territorio, ha adottato una soluzione software basata interamente su software libero (Open source). Tra le motivazioni della scelta effettuata dall'amministrazione guidata dal sindaco Stefano Bigaroni, vanno annoverati sia gli aspetti sociali legati al mondo dell'Open Source che quelli economici legati al bilancio comunale: affianco alla necessità non trascurabile di non dipendere da un singolo fornitore in termini di software (il software opensource possiede Licenza Pubblica Generica -GPL- GNU che garantisce la libertà di condividere e modificare -e quindi migliorare e rendere più affidabile- il software stesso), utilizzare software libero significa avere la possibilità di rispariarmiare soldi pubblici che possono essere dirottati (invece che impiegati nell'acquisto e/o aggiornamento di licenze software proprietarie) per l'amministrazione del territorio. Il progetto portato a termine rappresenta quindi una delle prime esperienze, in questo settore, per una amministrazione locale umbra. La soluzione scelta ben si inserisce, tra l'altro, in un clima di crescente attenzione verso il software geografico libero ed Open Source, che vede l'Umbria protagonista in Italia grazie all'organizzazione del IX Meeting degli Utenti GRASS/GFOSS che si terrà a Perugia, presso la facoltà di Ingegneria, dal 20 al 22 Febbraio 2008 (www.grassmeeting2008.unipg.it)


17/11/2007 ore 14:15
Torna su