Lunedì 18/11/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 16:10
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: il Comune investirà due miliardi e mezzo delle vecchie lire per sistemare le scuole del territorio
Due miliardi e mezzo delle vecchie lire da destinare alle scuole del territorio. Si tratta di una serie di interventi riguardanti la costruzione di un nuovo complesso e la manutenzione straordinaria di altri. Circa 400.000 euro verranno destinati alla costruzione del nuovo edificio che ospiterà la scuola materna de La Quercia. La struttura avrà una superficie di 300 metri quadrati e sarà munita di cucina, mensa, uffici, lavanderia ed aule per le attività normali, speciali e libere.”Verranno anche installati dei sistemi solari ‘attivi’ e ‘passivi’-si legge in un comunicato del Comune-in grado di creare una ove accumulare calore che verrà poi rimandato all’interno delle aule sotto forma di riscaldamento”. Ma sono anche altri gli impianti “alternativi” che verranno realizzati nella nuova scuola de La Quercia: “verrà installata una copertura con pannelli fotovoltaici che permetteranno un guadagno energetico che verrà utilizzato anche per il riscaldamento dell’acqua cosiddetta ‘sanitaria’. Le acque piovane, opportunamente filtrate, verranno raccolte e riutilizzate per gli scarichi dei servizi igienici e per l’irrigazione delle aree verdi”. Riguardo agli altri interventi, 800.000 euro verranno impiegati per adeguare alle attuali norme di sicurezza e di prevenzione incendi l’edificio scolastico della media “Luigi Valli” di Narni Scalo. Verrà rifatta la copertura, che verrà realizzata con lastre isolanti in acciaio, anticorrosive ed insonorizzanti, con un adeguato sistema di raccolta e smaltimento delle acque piovane. Verranno sostituiti i servizi igienici, i rivestimenti ed i pavimenti per motivi riguardanti la prevenzione degli incendi. Altri interventi riguardano infine la scuola elementare di Gualdo, dove verrà rifatta la pavimentazione, gli infissi, con l’applicazione di vetri termoacustici e antinfortunistici, il portone dell’ingresso principale e le porte interne. Verranno anche sistemati i due cancelli d’ingresso e sistemati i servizi igienici che verranno spostati in modo tale da consentire la realizzazione di un laboratorio.
17/5/2005 ore 11:05
Torna su