Domenica 18/08/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 12:07
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: il Comune affida a Giuseppe Fortunati la gestione del progetto Narnia, ora si tratta di accellerare i tempi in vista dell'uscita del film
Sarà Giuseppe Fortunati, ingegnere informatico con la passione per le ricerche storiche, l'uomo individuato dal Comune per coordinare il progetto "Narnia". A confermare la volontà dell'amministrazione di investire dell'importante ruolo Fortunati è stato lo stesso assessore al Turismo Andrea Silipo il quale ha tuttavia precisato che "dobbiamo verificare in giunta il progetto che ci è stato presentato da Fortunati ma credo che alla fine non ci saranno problemi nell'accoglierlo e quindi nell'incaricare l'ingegnere di portarlo avanti". Lui, Fortunati, accoglie quasi con stupore la notizia, ma si dice pronto a darci dentro per recuperare il tempo perso e fare in modo che il suo progetto possa svilupparsi nel miglior modo possibile. "A dire il vero – rivela l'ingegnere che con grande passione segue da anni tutte le vicende legate al libro 'Le cronache di Narnia' -, non speravo più in un mio coinvolgimento da parte del Comune, perché sono anni che cerco di convincere gli amministratori che una opportunità come quella della uscita in tutto il mondo dei film della Disney che riprendono la storia fantastica scritta da Lewis, è assai preziosa e che quindi va sfruttata fino in fondo. Sono dunque contento che le cose si stiano muovendo e sono pronto a dare il mio contributo che, lo vedrete, potrà portare grandi benefici allo sviluppo turistico del nostro territorio". Fortunati è stato il primo molti anni fa a cominciare a fare delle ricerche sullo scrittore inglese Clive Staples Lewis, autore del libro che ha ispirato la saga dei film prodotti dalla Disney, dove si parla di una Narnia fantastica che secondo l'ingegnere corrisponderebbe alla Narni di oggi, "per il semplice fatto che Lewis ha ammesso che nel raccontare questa sua storia si è ispirato a una città italiana di nome Narnia". Lo scetticismo con il quale cittadini ed amministratori accolsero all'inizio la "scoperta" di Fortunati, con il trascorrere del tempo e soprattutto dopo l'uscita del primo film avvenuta un paio di anni fa ha lasciato il posto ad un interesse sempre crescente che però non si è mai tradotto in qualcosa di più concreto. La precedente amministrazione aveva persino promosso la costituzione di un comitato che si chiamava "La terra di Narnia" e del quale si sono perse le tracce. Ora il Comune tenta di giocare la carta Fortunati, mettendo in mano all'ingegnere le strategie da seguire per cercare di sfruttare il binomio "Narnia-Narni". Il secondo film della trilogia ("Il principe Caspian) uscirà tra aprile e maggio nelle sale americane, mentre in Italia dovrebbe arrivare ad agosto. Tra gli attori protagonisti del film c'è anche Sergio Castelletto, il quale da tanti anni possiede una casa nelle campagne narnesi. "Ho già attivato dei contatti con l'attore – ha detto Fortunati – e ci sono buone possibilità perché egli accetti di diventare una sorta di 'testimonial' del nostro progetto". Ma il tempo stringe e dunque bisogna sbrigarsi se si vuole avere la certezza che almeno una parte dei punti previsti dal programma di rilancio ottengano il successo sperato. La palla è in mano al Comune che dovrà al più presto decidere il da farsi. D'altronde alternative al progetto di Fortunati non sembrano essercene.


11/2/2008 ore 5:17
Torna su