Giovedì 20/06/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 18:23
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni, i partiti dell'opposizione chiedono le dimissioni dell'assessore Alfonso Morelli
Hanno chiesto le dimissioni da parte dell'assessore all'Ambiente Alfonso Morelli. Un atto forte e per certi versi grave. Protagonisti di questa decisione sono stati i partiti dell'opposizione narnese. E' successo nel corso dell'ultima seduta del consiglio comunale che ha avuto luogo il 22 novembre. I partiti di minoranza (Forza Italia, Fratelli d'Italia, M5S e Tutti per Narni), hanno presentato compatti una mozione di sfiducia nei confronti dell'assessore Morelli. L'atto andrà in discussione nella prossima seduta del consiglio. Nel frattempo è stato invitato anche il sindaco a sollevare dall'incarico Morelli o, in alternativa, a dimettersi a sua volta. In un comunicato l'opposizione ricorda che "Narni ad inizio 2018 è risultata essere la città umbra più inquinata a livello di PM 2,5 e seconda a livello di PM10. Una situazione che va avanti da anni. In questo ultimo anno - prosegue la nota congiunta -, vi sono state diverse crisi o emergenze ambientali alle quali l’assessore Morelli o non ha risposto o, quando lo ha fatto, se l'è presa con la cittadinanza. Esempio lampante è stato l’ultimo intervento riguardante il caso dei cattivi odori provenienti da uno stabilimento della zona, come confermato da una relazione dell'Arpa. Va inoltre ricordato - continua la lettera - che dopo mesi e svariate sollecitazioni da parte di tutte le forze politiche, ancora non è partita neppure la fase iniziale della mozione approvata all’unanimità e proposta dalla vice presidente Pace, riguardante il tavolo ambientale. Davanti a segnalazioni riguardanti manufatti in amianto o di fronte alla possibilità di instaurare un registro Comunale gratuito, con richiesta anche di fondi regionali per il relativo smantellamento, sono stati bocciati tali atti per una mera presa di posizione politica. Nonostante le ripetute lamentele dei cittadini di Nera Montoro, riguardo ai cattivi odori provenienti da un impianto della zona, l'assessore continua a dichiarare che il fenomeno è in diminuzione o è, addirittura, cessato quando invece esso è immutato da anni. Rispetto, poi, all'inquinamento acustico, che subiscono da oltre 40 anni gli abitanti di San Liberato, a causa dell'assenza di barriere fonoassorbenti sul Rato, l’assessore ha affermato che la situazione è in mano al nuovo Governo, quando egli bene sa che fino allo scorso anno, gli esecutivi a carattere nazionale, regionale e comunale erano tutti di centrosinistra. Di fronte a questa situazione - concludono i partiti dell'opposizione narnese -, chiediamo all'assessore Morelli, o al sindaco, di dimettersi per il bene e per la salute dei cittadini".
23/11/2018 ore 3:39
Torna su