Domenica 19/11/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 13:25
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: gli amministratori comunali si "dimenticano" di partecipare all'incontro con il giornalista Enzo Stinchelli
Una "dimenticanza". Una spiacevole dimenticanza, avuta nei confronti di un personaggio, Enzo Stinchelli, che, in passato, ha dato molto a Narni. L'amministrazione comunale sabato scorso (8 aprile) ha "disertato" l'incontro che qualcuno aveva organizzato al Vescovado, per rendere omaggio a Stinchelli, giornalista narnese oggi novantenne. Il sindaco, che pure era stato informato dell'incontro dedicato a Stinchelli, non era presente, ma questo De Rebotti lo aveva anticipato, spiegando che nello scorso fine settimana avrbbe avuto degli impegni presi in precedenza. Il primo cittadino, però, si era impegnato a mandare almeno un assessore a rappresentare l'amministrazione comunale ed a rendere omaggio ad Enzo Stinchelli. Ma al Vescovado sabato scorso non si è presentato nessun assessore. C'erano, tuttavia, una cinquantina di narnesi che non si sono persi i racconti e le tante battute di questo grande giornalista che, a dispetto delle sue novanta primavere, ha dato ampia dimostrazione di essere rimasto il personaggio ironico e divertente di quarant'anni fa. Vale la pena di ricordare ai più giovani che Stinchelli (narnese doc), a cavallo fra gli anni settanta ed i primi dei novanta, è stato uno dei più valenti professionisti in forza alla Rai. Egli conduceva "Tg L'Una", una sorta di "talk-show" che andava in onda la domenica all'ora di pranzo su Rai 1 ed era seguito da milioni di telespettatori. Ma il giornalista narnese si occupava anche di altri servizi, che per l'epoca erano assolutamente "alternativi", grazie alla verve con la quale lo stesso lli conduceva e quindi al suo modo di stare davanti alla telecamera. Celebri sono rimaste le sue tante interviste a personaggi del cinema, dello spettacolo, della cultura, della politica e dello sport di quei tempi. In quei lunghi anni, durante i quali Stinchelli è stato un giornalista di punta delle reti Rai, egli, nei suoi servizi, non perdeva occasione per parlare di Narni e per portare spesso in città le varie troupe della più importante tivvù italiana. Insomma, all'epoca Stinchelli è stato un personaggio che tanto si è adoperato a favore della sua città e di questo tutti gliene dobbiamo essere riconoscenti. Gli amministratori comunali per primi. Sabato scorso (8 aprile), nessuno di loro ha tuttavia pensato bene di spendere un pò di minuti del proprio tempo per andare al Vescovado e portare a Stinchelli il saluto ufficiale della città. Ammesso che il sindaco, preso dalla campagna elettorale, si fosse dimenticato di questo appuntamento e quindi di incaricare qualcuno di sostituirlo, viene da chiedersi come agli altri assessori possa essere sfuggito l'evento, dal momento che lo stesso era stato ampiamente pubblicizzato per più di una settimana sul nostro portale. E dire che loro (gli assessori) sono molto attenti a ciò che si pubblica sui portali locali, soprattutto di questi tempi. Insomma, senza voler innescare alcun tipo di polemica, nella circostanza il comune di Narni ha perso, secondo noi, una buona occasione per mostrare la giusta gratitudine ad un personaggio come il signor Stinchelli, un narnese che, fino a quando ha potuto, ha fatto conoscere la sua e la nostra città a milioni di italiani.
11/4/2017 ore 2:55
Torna su