Domenica 12/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 07:41
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: giochi pericolosi ai giardini di San Bernardo, genitori furibondi, il sindaco promette interventi
I giardini di San Bernardo tornano alla ribalta della cronaca. E’ accaduto tante volte in passato che si parlasse quando del degrado in cui versava questo unico spazio verde attrezzato presente nel centro storico, quando del fatto che questi spazi in determinati orari della giornata o in determinati periodi dell’anno erano frequentati da gente poco raccomandabile. Ora questi problemi sembrano essere stati risolti; i giardini sono frequentati da mamme, nonni e bambini e gli spazi sembrano essere maggiormente curati rispetto al passato. Succede, tuttavia, che alcuni giochi presenti all’interno dei giardini vengano ritenuti dai genitori, molto pericolosi. Ce n’è uno in particolare ad essere messo da tutti sotto accusa, ed è quel gioco che ha una forma strana; somiglia infatti ad una sorta di grande “wurstel” di plastica o, se si vuole, ad una grossa banana. Di fatto è uno scivolo senza sponde, sul quale ci si sale arrampicandosi per una “parete” di gomma dura, provvista di fori dove infilare mani e piedi. Un gioco impegnativo per i piccoli di tutte le età, che ha però già fatto delle “vittime”: un paio di bambini che si sono rotti un braccio dopo essere caduti dalla parete o dalla “banana”. Colpa del gioco stesso, sprovvisto di appigli, ma soprattutto del fatto che alla base della struttura al posto della gomma morbida e spessa, c’è solo un “tappeto” troppo sottile, che in caso di caduta non attutisce il colpo. Insomma i genitori sono arrabbiatissimi con il comune e il sindaco, informato del nuovo incidente occorso due giorni fa ad una bambina che è dovuta ricorrere alle cure dell’ortopedico che le ha ingessato un braccio, ha dato ordine di far rimuovere il gioco. “Metteremo al suo posto un impianto più sicuro – assicurano dal comune -, in modo tale che nessuno rischi di cadere e di farsi male”.
(Nella foto il gioco posto sotto accusa)
8/10/2014 ore 2:15
Torna su