Martedì 23/07/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 01:43
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: erbacce nelle strade del centro storico, l'Asit respinge ogni responsabilità: spetta alla Comunità Montana intervenire
La città che non piace. Quella dei rifiuti abbandonati lungo le strade del centro storico ma anche delle erbacce che crescono ovunque nascondendo a volte le bellezze di antiche mura, deturpando il paesaggio ma anche creando disagi alle persone quando la vegetazione aggredisce strade, scalette e marciapiedi. Fare l’elenco sarebbe troppo lungo. Per dare un’idea dello stato di degrado e di abbandono che si registra da mesi nel centro storico della città basta dare uno sguardo ad alcune vie che si trovano in prossimità di piazza Garibaldi e piazza dei Priori, ovvero a due passi dal cuore della città storica e dalle sue bellezze artistiche più importanti. Vicolo Belvedere, tra piazza Trento e via dell’Arco Romano, è l’esempio lampante di come vengono tenute le strade a Narni. Erba alta dappertutto, fitta da far paura e in mezzo alla quale scorazzano indisturbati ramarri e lucertole. Situazione analoga in via XIII Giugno. Qui la lunga scalinata che da via Gattamelata si arrampica fin verso via San Giuseppe, è coperta da erbacce che rendono difficoltoso persino il cammino delle persone. Comune e operatori dell’Asit sono a conoscenza del problema ma nessuno fa niente per risolverlo. “Non spetta a noi tagliare le erbacce – spiega Carlo Barbanera dell’Asit – ma alla Comunità Montana”. Ma ai cittadini poco importa di chi dovrebbe essere il compito di tenere pulite le strade. “Il Comune che ci sta a fare? Possibile che nessun assessore si renda conto di questa bruttura che oltre a essere vista da noi viene ‘ammirata’ anche dai turisti?”
16/9/2006 ore 5:13
Torna su