Giovedì 20/09/2018
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 03:55
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: Diego Cipiccia svela i "segreti" dei suoi successi ed elogia i suoi giovani compagni
E' diventato un vero campione. Un cavaliere della Corsa all'anello che negli ultimi anni ha collezionato una serie importante di vittorie, sia a Narni che fuori. Diego Cipiccia, se continuerà a mietere successi con questo trand diventerà presto il "Numero 1" della giostra narnese. Dopo la vittoria ottenuta poco più di un mese fa, Cipiccia, classe 1979, grazie anche alla collaborazione dei suoi colleghi di Santa Maria, ha fatto il bis aggiudicandosi anche la giostra della Rivincita. Non nasconde la propria soddisfazione Cipiccia: "Abbiamo preparato le due corse della 50esima edizione - spiega -, in maniera capillare, cercando di arrivare in campo nel migliore modo possibile, sia dal punto di vista della preparazione dei cavalli che dei cavalieri. Ed i risultati ci hanno dato ragione. La nostra scuderia, e colgo l’occasione per ringraziare tutti coloro che ci lavorano, ogni anno si prepara al meglio, ma stavolta, vista l’importante edizione, diciamo che abbiamo voluto fare di più. I cavalieri – continua Cipiccia - hanno dimostrato di essere all’altezza delle aspettative. Marco Diafaldi è sempre una garanzia, ha affrontato due edizioni al top (è stato anche miglior cavaliere nella Corsa all’Anello di maggio ndr) suggellando con il cavallo Pianeta un connubio vincente. Tommaso Suadoni, a maggio, ha disputato un’ottima corsa. Purtroppo per la 'Rivincita', a causa dell’infortunio, non è potuto scendere in campo. Al suo posto ha corso la riserva Marco Bisonni, al quale è stato affidato un compito difficile: debuttare con tutta l’emozione e la pressione della gara, quando non se lo aspettava. In quanto a me, ho corso la seconda tornata con grande preoccupazione per Tommaso (Suadoni ndr). Poi, in occasione degli spareggi, quando mi hanno detto che stava bene, mi sono tranquillizzato ed ho cercato di dare tutto me stesso per portare a casa la vittoria, così come ha fatto il mio ‘avversario’ Alessandro Scoccione. Ora – conclude il cavaliere arancioviola - come responsabile della scuderia, sto già pensando al prossimo anno. Sarà difficile continuare a ‘viaggiare’ su certi livelli, ma so che possiamo farcela e cercheremo di fare bene, come sempre. Il livello della Corsa all’Anello si è alzato molto, i cavalieri giostranti sono preparati e sono contento che tutte le scuderie, non solo la nostra, stanno puntando sui giovani che rappresentano il futuro della giostra equestre".
(Foto scattata da Moreno Faina)
26/6/2018 ore 2:28
Torna su