Domenica 17/11/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 22:19
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: depuratore in tilt, Maria Lanari denuncia il nuovo blocco dell'impianto e lancia l'allarme "i liquami finiscono nel Nera"
Il depuratore di Narni è di nuovo fermo. Dopo il guasto che a lo scorso maggio aveva mandato in avaria l’impianto di Tre Ponti per una ventina di giorni, provocando disagi e un danno ambientale dal momento che una parte dei liquami finirono nel fiume Nera, la storia, dunque, si ripete. E ancora una volta è Maria Lanari, consigliera di An, “ma soprattutto una cittadina narnese molto preoccupata da questa situazione”, a lanciare l’allarme. Nella zona dove si trova il depuratore, che raccoglie gli scarichi fognari di buona parte di Narni e di tutta Narni Scalo – spiega la Lanari – ci vado tutti i giorni per portare da mangiare ad alcuni cani randagi, è per questo che mi sono accorta che gli impianti sono fermi e questo accade da una decina di giorni. Mercoledì (il 19 luglio n.d.r.) ho anche comunicato in consiglio comunale questo problema ma né l’assessore Proietti Grilli, né nessun altro hanno fatto nulla per risolvere la situazione”. Lanari parla di “grave danno ambientale, in quanto i liquami, non trovando altri sbocchi essendo l’impianto fermo, stanno ancora una volta riversandosi nel Nera e questo è possibile vederlo dal colore torbido che il fiume assume proprio all’altezza della passerella, ovvero nel punto più vicino al terreno dove si trova il depuratore”. A maggio scorso era stato un incendio alla centralina che comanda l’impianto a mandare in tilt il depuratore ed il Sii impiegò molti giorni prima di riparare il guasto, stavolta non si sa cosa possa essere accaduto. Di fatto c’è che nell’area intorno al depuratore, dove si trovano anche alcune case, si avverte un cattivo odore e con le temperature di questi giorni anche insetti ed animali vengono attratti dal fetore e dai liquami. L’assessore all’Ambiente Gianni Di Mattia, confessa di essere all’oscuro del problema ma assicura che “mi attiverà subito per capire come stanno le cose. Se è vero che i liquami finiscono nel fiume bisogna intervenire tempestivamente”.
24/7/2006 ore 8:16
Torna su