Domenica 16/06/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 05:45
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: dal Patto dei Sindaci l'impegno a ridurre oltre il 20% le emissioni di Co2 entro il 2020
Si è svolta questa mattina la conferenza stampa di presentazione del Patto dei Sindaci del Comune di Narni. Si tratta di un’iniziativa per cui le autorità locali si impegnano volontariamente a ridurre le emissioni di CO2 nel proprio territorio oltre l’obiettivo del 20% entro il 2020. Il Patto dei Sindaci è il principale movimento europeo per contrastare i cambiamenti climatici e vede coinvolte numerose istituzioni locali impegnate ad aumentare l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili, nonché promuovere la mobilità sostenibile nei loro territori. Anche il Comune di Narni, affiancato dai due partner tecnici Alleanza per il Clima Italia e Legambiente Umbria, ha avviato questo percorso e, nei prossimi mesi, verrà elaborato un Piano di Azione per l’Energia Sostenibile, il PAES, da attuare localmente e finalizzato alla riduzione del 20% delle emissioni di gas climalteranti entro il 2020. Un progetto che permette ai comuni di verificare la precisa misurazione dei risultati raggiunti. È già disponibile sul sito del progetto (www.paesnarni.net) il quadro energetico locale di partenza, che fornisce le indicazioni sulle fonti di emissione di CO2 presenti sul territorio comunale e che permette già di individuare gli interventi più immediati. L’obiettivo è di diminuire le emissioni procapite di CO2 dalle 6,9 tonnellate ad abitante di partenza, facendole scendere ad almeno 5,5 entro il 2020. "Finalmente – ha detto l’assessore all'Ambiente Alfonso Morelli - partiamo con una vera programmazione partecipata per il nostro comune su un tema importante, quello energetico, che riguarda molti aspetti della nostra vita quotidiana e che, proprio per questo motivo, vogliamo venga affrontato secondo parametri di sostenibilità ambientale e sociale. Solamente in questi termini potremmo parlare di sviluppo equilibrato". Il Patto dei Sindaci rappresenta dunque un’occasione fondamentale per incidere sull’efficientamento energetico del comune, per lavorare in stretta sinergia con la comunità locale e per offrire nuove opportunità di sviluppo e innovazione tecnologica al mondo delle imprese. L’approccio partecipativo è stato il modus operandi scelto dal Comune di Narni, che ha messo al centro del percorso la condivisione e la cooperazione con il territorio. "Non vogliamo semplicemente consultare gli attori locali – hanno detto gli amministratori -, quanto promuovere un’azione collettiva, solo così, sarà possibile raggiungere i risultati prefissati". A questo proposito, nelle prossime settimane verrà proseguito il percorso partecipativo già iniziato con aziende, associazioni di categoria, società civile, sindacati e singoli cittadini al fine di condividere e co-progettare le prossime azioni. Un calendario di workshop urbani assieme all’utilizzo degli strumenti web, con un sito internet interattivo e una pagina dedicata nei principali social network, sono gli strumenti di coinvolgimento degli attori locali; orizzontalità, immediatezza dello scambio e inclusività, i principi base di tutti gli strumenti.
26/3/2014 ore 14:27
Torna su