Martedì 25/02/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 16:41
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: dal 25 al 27 novembre nel centro storico tante iniziative per la "Maratona dell'Olio"
Un marchio unico che accompagni le etichette dei produttori e che sia simbolo di qualità e riconoscibilità sui mercati nazionali ed esteri. E’ questo l’obiettivo dell’edizione 2016 della Maratona dell’Olio. L’evento si svolgerà a Narni, città capofila quest’anno delle iniziative, dal 25 al 27 novembre, con un’anteprima ad Amelia il 24 per l’ideale passaggio del testimone dalla città che ha ospitato gli eventi nel 2015 a quella che si accinge a farlo. A Narni ci saranno anche alcune aziende di Norcia e Amatrice per testimoniare la vicinanza e la solidarietà alle popolazioni e alle attività economiche colpite dal sisma. Durante l’incontro è stato illustrato l’intero programma dei tre giorni ed è stato annunciata la possibilità che altri tre Comuni entrino a far parte della Maratona. Si tratta di Stroncone, Avigliano Umbro e Calvi dell’Umbria che stanno valutando la possibilità di aderire. Non mancheranno le iniziative che vedranno direttamente coinvolti anche tutti i comuni promotori. Formula vincente non si cambia. “La Maratona dell’olio” resta un esempio unico di condivisione, integrazione e partecipazione di dodici comunità dell’area ternana, che ormai lavorano insieme da oltre sette anni per lo sviluppo di un vasto comprensorio che sembra destinato a crescere. Sono infatti in fase di valutazione le richieste di nuovi ingressi nel partenariato istituzionale da parte di altri Comuni, che sono in attesa di ricevere la comunicazione ufficiale di accettazione proprio durante lo svolgimento della manifestazione. “La Maratona dell'Olio” si inserisce all’interno di un più ampio programma di iniziative finanziato, a fronte del progetto presentato dal Comune di Narni, nell'ambito del PSR 2014-2020 dalla Regione dell'Umbria, Misura 16.4.2. che ha individuato nella produzione dell’olio e nell’indotto da esso generato, il tema centrale intorno al quale creare i presupposti per la costruzione di un “prodotto territoriale” unico ed omogeneo. A tale obiettivo si aggiunge la volontà di creare un progetto condiviso e partecipato tra tutti gli attori locali del mondo istituzionale, imprenditoriale e dell’associazionismo, che possono cogliere l’opportunità di far parte di un nuovo percorso verso l’applicazione di un modello di sviluppo territoriale integrato, sostenibile ed efficiente.



22/11/2016 ore 17:15
Torna su