Martedì 22/01/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 16:53
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: consiglio comunale "solo sospeso" e non "saltato", maggioranza caustica con l'opposizione
La seduta del Consiglio comunale non è "saltata". C'è stata solo una sospensione di mezz'ora, così come previsto dal regolamento. "Quello delle forze di minoranza - tuona il vice sindaco Marco Mercuri - è stato solo uno sciocco 'allarme', assolutamente ingiustificato. Credo che certi atteggiamenti dovrebbero far riflettere i cittadini e far capire anche a chi ha votato questi signori il motivo per il quale oggi siedono sui banchi della minoranza". Dunque il consiglio è rimasto "fermo" trenta minuti ed a darne conferma è il presidente Giovanni Rubini. "Alle 11,55 - spiega il massimo rappresentante del consesso narnese -, avendo constatato che era venuto meno il numero legale dei consiglieri presenti, ho sospeso la seduta. Alle 12,25 ho proceduto a riconvocarla ed a quel punto il numero legale era stato ristabilito, tanto che abbiamo potuto proseguire i lavori sino alla normale conclusione della seduta stessa che sono terminati alle 13,30". A spiegare l'accaduto anche il sindaco De Rebotti che in una nota ha affermato che "il consiglio è stato ripreso dopo mezz’ora e concluso normalmente. TpN non era nemmeno presente alla seduta e Lorenzo Bonifazi, della mia lista, è stato presente permettendo al consigliere Ricci di restare fuori dall'aula".
(Nella foto il presidente del Consiglio Comunale di Narni, Giovanni Rubini)
15/11/2018 ore 13:28
Torna su