Domenica 12/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 08:32
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: bagni pubblici impraticabili ai giardini di "San Bernardo" ed i bambini sono costretti a fare pipė dove capita
Niente bagni ai giardini pubblici di "San Bernardo". L'unico parco cittadino, dove vanno ogni giorno decine di mamme con i loro bambino e dove trascorrono molte ore del loro tempo anche molti anziani narnesi, da alcuni mesi č stato privato dei bagni che erano a servizio degli utenti. Il Comune ha iniziato i lavori di ristrutturazione, che peraltro si sono bloccati strada facendo, dell'ex chiesa di San Domenico, ed ha "inglobato" i bagni dei giardini all'interno del cantiere, eliminando cosė l'unico punto di riferimento per i frequentatori dell'unico, grande spazio verde presente nel centro storico. Grossi ed evidenti disagi per tutti, soprattutto per gli adulti che in caso di bisogno sono costretti a tornarsene a casa, ma anche per i bambini che da quando sono rimasti senza bagni fanno la pipė ovunque: contro il muro o dietro agli alberi, in ogni caso in luoghi dove poi altri bambini e magari loro stessi tornano per giocare. In alcuni punti dei giardini l'odore di urina si avverte in modo chiaro e questo comincia a far preoccupare non poco le mamme che minacciano azioni forti se non verranno presi dei provvedimenti. Tutte ci tengono a mantenere l'anonimato, ma sono concordi nell'affermare che "la situazione č intollerabile. Abbiamo chiesto a tutti in Comune di fare qualcosa, magari di noleggiare dei bagni chimici, ma nessuno ci ha dato ascolto". Al servizio di Tutela della Salute Pubblica dell'Asl 4 dicono che "č un problema che deve risolvere il Comune" ed aggiungono che "spetta eventualmente al sindaco rilevare eventuali situazioni di pericolo ed alla polizia municipale far rispettare eventuali ordinanze". Fatto sta che da mesi ai giardini di "San Bernardo" sembra di essere tornati indietro di qualche secolo, quando norme a tutela dell'igiene e della salute non esistevano e la gente faceva i propri bisogni corporali all'aperto.


26/9/2007 ore 4:57
Torna su