Lunedì 21/09/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 15:52
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
<
Narni, ancora niente "specialistica" per il corso universitario, Forza Italia: "perdiamo terreno"
Il biennio di specialistica del corso universitario narnese continua ad essere una chimera. E questo, a lungo andare, si sta rivelando come un “effetto collaterale” piuttosto dannoso, in quanto crea incertezze e disagi negli studenti. Un problema che, unito al fatto che il corso narnese su scienze dell’investigazione e della sicurezza, non sembra più godere di quella sorte di “esclusiva” che poteva vantare all’inizio, rischia di penalizzare non poco la ormai consolidata realtà universitaria cittadina. A ricordare il rpobelma è Sergio Bruschini (Forza Italia), il quale vede un futuro tutt’altro che roseo per il corso universitario. “Il nostro sindaco – attacca il capogruppo dell’opposizione – due anni fa, salutò con enfasi la visita in città del rettore appena nominato Morioni. Questi nel corso di un incontro, si impegnò ad intraprendere un dialogo proficuo con gli studenti ed a consolidare il corso narnese. Il sindaco, di rimando, raccolse le intenzioni e giù un profluvio di prospettive e buone intenzioni. La giunta ha ripetutamente sollecitato al rettore di prendere in considerazione la richiesta del Comune di Narni, chiedendo di conoscere se ci sono indirizzi, azioni, per far sì che la laurea magistrale, accanto al corso di laurea triennale, possa tenersi presso la sede di Narni, ribadendo anche la disponibilità e il supporto già forniti. Da allora – ricorda Bruschini – sono tuttavia passati altri 18 mesi e sul trasferimento del biennio da Perugia a Narni non se ne parla più.Vorrei sbagliarmi, ma anche la spinta propulsiva del corso ha avuto quest’anno non più gli stessi ritmi dei precedenti. Altre facoltà in città importanti stanno perfezionando corsi simili e l’unicità di Narni non è più garanzia di successo. Se non si vuole bruciare una delle poche cose buone realizzate in questa citta è il caso che il consiglio comunale voti la mia proposta di ordine del giorno ove il rettore Morioni, come promesso due anni fa, rediga una ‘road-map’ con scadenze, tempi, risorse e attuazione del completamento del corso a Narni, facendo in modo che questo avvenga prima del prossimo anno accademico”.
8/10/2015 ore 2:00
Torna su