Venerdì 10/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 22:08
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: amministratori e tecnici a confronto per parlare di riduzione delle emissioni di CO2
Si è svolto a Narni un incontro dedicato al tema dell’efficientamento energetico del Comune. L’incontro è stato organizzato per facilitare la partecipazione e la condivisione dei contenuti del Paes di Narni (Piano di Azione per l’Energia Sostenibile) nell'ambito del Patto dei Sindaci europeo. Erano presenti amministratori ed un nutrito gruppo di tecnici operanti nel settore dell’edilizia. Ingegneri, consulenti, amministratori di condominio ed imprenditori. "Il Patto dei Sindaci - si legge in una nota - è un’iniziativa per cui le autorità locali si impegnano volontariamente a ridurre le emissioni di anidride carbonica nel proprio territorio oltre l’obiettivo del 20% entro il 2020 e rappresenta il principale movimento europeo per contrastare i cambiamenti climatici. Il Comune di Narni, affiancato da Alleanza con il Clima e Legambiente Umbria, ha avviato l’attività di raccolta dati per il monitoraggio del territorio e, già da quasi un anno, sta lavorando per coinvolgere la cittadinanza in questo percorso di riduzione". L’Assessore all’Ambiente Alfonso Morelli e quello allo Sviluppo Economico, Marco De Arcangelis hanno convocato l’incontro anche a seguito della recente presentazione del disegno di legge regionale che mira a migliorare le prestazioni energetiche degli edifici e degli impianti di climatizzazione e la qualità dell’aria, e che conterà sulle risorse dell’asse Energia del Por Fesr 2014/2020 per circa 30 milioni di euro. Si tratta della prima legge umbra volta a ridurre le emissioni di “gas serra” ed incrementare l’efficienza energetica. "Il settore dell’edilizia e in particolar modo dell’efficientamento negli usi termici ed elettrici delle abitazioni e degli edifici commerciali - ha spiegato Maurizio Zara di Alleanza per il Clima - ha un ruolo fondamentale non solo per il raggiungimento quantitativo dell’obiettivo fissato dal Patto, ma anche perché coinvolge tutti i cittadini del territorio narnese nel dare il proprio contributo alla riduzione degli sprechi e al miglioramento della qualità ambientale del territorio. Le recenti novità normative, inoltre, come il prolungamento delle detrazioni fiscali per gli interventi di efficientamento, fanno pensare ad un notevole potenziale economico oltre che energetico, che sarà possibile attivare con la collaborazione di tutti i soggetti del territorio. Si tratta, quindi, di un progetto ambizioso ed innovativo, non solo in relazione agli obiettivi, ma anche per quanto riguarda la modalità operativa volta mettere in rete e in relazione esigenze e competenze locali". "Le modalità inclusive – hanno sottolineato più volte gli Assessori – sono l’elemento innovativo di questo progetto, che acquista tanto più senso quanto più si riesce a portarlo avanti con tutta la cittadinanza narnese". Nel corso dell’incontro sono state raccolte nuove idee e presentate esperienze già avviate - come nel caso dell’impianto di cogenerazione di Narni Scalo istallato presso la scuola media – e l’Amministrazione ha voluto coinvolgere anche alcuni esperti in ricerca di bandi europei e progettazione, al fine di creare un circolo virtuoso in grado di trovare risposte – anche finanziarie – alle proposte che emergeranno via via nel corso dei focus group in programma.
1/12/2014 ore 13:41
Torna su