Domenica 17/11/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 22:19
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: acque agitate nella maggioranza, Fabio Pileri chiede la testa di ben tre assessori: Bozza, Silipo e Latini
Chiede al sindaco di tirare fuori gli attributi. E di far sentire la sua voce. Fabio Pileri, eletto nella lista dell'Ulivo e dunque membro della maggioranza che governa la città, ha detto chiaro e tondo che "la situazione così com'è non mi piace. C'è troppo malcontento all'interno della maggioranza e dunque spetta a Bigaroni mettere pace e ristabilire gli equilibri". L'ex esponente di Forza Italia, Popolari Udeur e Margherita, più che la pace sembra però andare in cerca di "guerre", quelle dovrebbero, secondo la sua teoria, scatenarsi all'interno della attuale giunta "dove ci sono almeno tre assessori incompetenti, ed uno (Ricci n.d.r.) che potremmo definire 'commissariato', tale è il suo peso all'interno del dipartimento che gli è stato affidato", tuona Pileri. E fa i nomi: "è facile: uno è Daniele Latini, che non essendo stato eletto dal popolo, non merita si occupare la poltrona di vice sindaco né tanto meno di gestire le deleghe che gli sono state affidate., l'altra è Simona Bozza, anch'essa nominata da Bigaroni e il terzo è Andrea Silipo". Pileri spara a zero su questi personaggi e chiede che "quanto prima vengano rimossi dai loro incarichi, in modo che il gruppo esecutivo possa avvalersi di gente più qualificata, in grado di portare avanti con capacità il ruolo delicato che compete ad un assessore comunale". "C'è una verifica in atto – conclude Pileri -, e da essa dovranno venire fuori tutte le risposte che sia io che i Socialisti e gli stessi esponenti del PdCi aspettiamo ormai da tempo".
31/7/2008 ore 5:51
Torna su