Lunedì 06/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 22:07
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: a Testaccio cala di nuovo il "buio" su alcuni segnali tv e su quelli della telefonia mobile
Sono punto e a capo. Gli abitanti del quartiere di Testaccio (un migliaio di anime) sono nuovamente alle prese con i problemi dovuti alle difficoltà di ricezione dei segnali televisivi e quelli del telefoni cellulari. Una “croce” che i cittadini di Testaccio portano da sempre sulle loro spalle e che sembra destinata ad accompagnarli per chissà ancora quanto tempo. “Sembrava che il grosso dei problemi fosse stato risolto – spiega sconsolato Marcello Ramoni, portavoce dei cittadini di Testaccio -, con la sistemazione dei ripetitori dei segnali televisivi, ma la ‘cuccagna’ è durata solo pochi mesi; infatti da alcune settimane sono tornati i disturbi, soprattutto sulle reti Mediaset. E per chi abita in questa zona di Narni poter vedere la televisione in modo ‘normale’ è di nuovo diventato un incubo. Abbiamo provato a chiamare i numeri telefonici che fanno capo ai servizi di assistenza e manutenzione, ma fino ad oggi la situazione non è cambiata e quindi siamo costretti a vedere solo i segnali che arrivano più o meno nitidamente ed a fare a meno di determinati canali, come quello di Italia 1”. Ramoni sottolinea come “la soluzione della parabola, che permette di ‘agganciare’ i segnali satellitari, rappresenta di fatto un palliativo, in quanto tutti sanno che molti dei canali ‘free’ lanciati nell’etere sia dalla Rai che da Mediaset vengono quasi sempre criptati quando si tratta di programmare dei film o degli avvenimenti sportivi. Capita così – spiega Ramoni – che sul più bello ti ritrovi con lo schermo oscurato e tanta rabbia addosso”. C’è poi il problema dei cellulari. “Anche qui siamo messi molto male – spiega ancora Marcello Ramoni – e mentre tempo addietro sembrava che qualcuno dei gestori di telefonia mobile avesse potenziato leggermente i propri segnali, ora siamo tornati ai vecchi tempi. Quando va bene, e solo in alcuni punti del quartiere, arriva una ‘tacca’, che quasi sempre non è sufficiente a permettere dei collegamenti stabili e duraturi. Risultato: siamo tagliati fuori anche dalla telefonia mobile e questo ci pare una vera ingiustizia. Che aspetta il nostro Comune ad intervenire per difendere i nostri diritti?”.
10/4/2010 ore 0:56
Torna su