Venerdì 24/03/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 03:14
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: a Palazzo Eroli dal 12 novembre all'8 gennaio 2017 una mostra sulla "Grande Guerra"
Proporrà per la prima volta al pubblico le comunicazioni ufficiali dei comandi militari con le autorità locali e le vicende di vita quotidiana dei narnesi la mostra “Narni la Grande Guerra, tra ufficialità e vita quotidiana” che si inaugura sabato 12 novembre alle 17,30 alla sala del Camino di Palazzo Eroli. La mostra, organizzata dall’assessorato alla Cultura del Comune, è una raccolta documentaria sui rapporti militari e le vicende umane che hanno caratterizzato la Prima Guerra mondiale in città. L’evento si inserisce nel solco delle celebrazioni per il centenario della Prima Guerra Mondiale 1915-1918 e prosegue un percorso iniziato lo scorso anno con il progetto “Narni e la Grande Guerra” che ha visto a Palazzo Eroli una mostra su i documenti dell’archivio comunale che raccontavano le vicende locali. “Questa mostra – spiega l’assessore alla cultura Gianni Giombolini - vuole promuovere e valorizzare il patrimonio documentario conservato nell’archivio storico comunale, offrendo ai visitatori gli originali di archivio presenti nei fascicoli della categoria “leva e truppa” degli anni 1915-1918. La scelta va non solo nella direzione di conservare la memoria ma anche di trasmetterla alle nuove generazioni. Un approccio allo studio della storia rivolto alle fonti di archivio, luogo che nasce per preservare la memoria collettiva e custodire l'identità della città e la sua storia, può rappresentare infatti per i giovani uno strumento utile a comprendere il presente e interpretarlo criticamente”. Una sezione della mostra riporterà le fotografie di tutti i monumenti e lapidi commemorative presenti sul territorio comunale per testimoniare il ricordo delle comunità locali verso i propri caduti. All’inaugurazione ci saranno l’assessore alla cultura Giombolini, il direttore della soprintendenza archivistica e bibliografica dell’Umbria e delle Marche Mario Squadroni, Aurelia Proietti, archivista dell’archivio storico di Terni, Angelo Bitti, ricercatore dell’Istituto di storia umbra contemporanea, e Fabio Ronci, docente di lingua e letteratura tedesca. La mostra sarà aperta fino all’8 gennaio venerdì, sabato, domenica, festivi e prefestivi dalle 10 e 30 alle 13 e dalle 15 alle 17 e 30.
9/11/2016 ore 14:05
Torna su