Giovedì 13/12/2018
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 01:38
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: è morto Franco Ricci, l'uomo che quarant'anni fa portò la protezione civile sul nostro territorio
Franco Ricci ci ha lasciato. Franco si è spento nella tarda mattinata di oggi all'ospedale "Santa Maria" di Terni, dove si trovava ricoverato da alcune settimane. Era entrato per effettuare un piccolo intervento alla schiena, ma da allora le sue condizioni di salute si sono andate aggravando sempre di più ed a nulla sono valse le cure alle quali i medici dell'ospedale ternano lo hanno sottoposto. Franco, nonostante non li dimostrasse, aveva compiuto 81 anni lo scorso 10 luglio. E' morto circondato dall'affetto della moglie, dei figli e dei nipoti. Ricordare la figura di Franco Ricci è un compito piacevole per chi scrive, in quanto egli è stato da sempre un amico dell'editore di questa testata, come lo era stato per anni di Radio Narni. "Il primo incontro con Franco - ricorda il direttore di Narnionline, Mauro Pacelli -, avvenne nell'89, quando iniziarono le agitazioni sindacali all'interno dello stabilimento dell'Elettrocarbonium. Attraverso il comune amico Marcello Contavalli, Franco si adoperò per permetterci di mandare in onda, in diretta su Radio Narni, le assemblee di fabbrica che avevano luogo all'interno della sala mensa. Un'antennina piazzata sui finestroni del locale consentiva di trasferire il segnale fin nei nostri studi di piazza XIII Giugno. Si trattò di un servizio molto importante, perchè permetteva ai cittadini narnesi ed ai tanti famigliari dei dipendenti coinvolti nel problema, di sentire tutto ciò che veniva detto durante le infuocate assemblee. Ma con Franco, nel corso degli anni, abbiamo condiviso tanto altro. L'ultima volta ci siamo incontrati in piazza dei Priori a metà dello scorso luglio. Abbiamo parlato di protezione civile e di cose 'politiche'. Perchè non va dimenticata l'attività politica di Franco, per anni impegnato all'interno del vecchio Partito Comunista e di Rifondazione successivamente. Da alcuni anni aveva decisamente allentato la sua partecipazione ai consigli comunali ed alla vita amministrativa, pur rimanendo sempre alla finestra e cercando di interessarsi delle cose che riguardavano la città. Alla fine di quel breve incontro ci siamo salutati, ripromettendoci di vederci e di sentirci più spesso. La notizia del suo ricovero mi aveva fatto capire che non stesse troppo bene, ma mai mi sarei aspettato un epilogo così triste e drammatico. Mi mancherà la presenza di Franco in giro per Narni, la sua voce ed il suo saluto, fatto da un marciapiede all'altro".
A piangere la scomparsa di Franco sono anche i volontari della Prociv Arci di Narni. "La morte di Franco - afferma Lorenzo Filiberti -, per la nostra associazione rappresenta un fatto molto drammatico, un lutto, che non avremmo mai voluto vivere. Lui è stato per decenni l'anima della Prociv, il vero promotore, che ha permesso all'associazione di farsi conoscere in giro per l'Italia. Franco era una persona generosa, che credeva moltissimo nello spirito del volontariato. Dal 1980 in poi ha seguito tutte le crisi emergenziali dei dopo terremoti che si sono verificati in Italia. Fino a pochi mesi fa abbiamo seguito, gomito a gomito, le normali attovotà dell'associazione. Franco era insieme a noi ad aprile, maggio e giugno, quando ci siamo occupati di gestire la sicurezza nel corso delle manifestazioni riguardanti la corsa all'anello. Pensare che non sia più tra noi, ci rende tristi e sconsolati. Cercheremo di portare avanti le attività della Prociv, seguendo i suoi insegnamenti".
MERCOLEDI 19 SETTEMBRE I FUNERALI
Per quanto riguarda le esequie di Franco Ricci, queste avranno luogo mercoledi 19 settembre, direttamente al cimitero di Narni Scalo. Il feretro partirà dal "Santa Maria" alle 10,30. Chi vorrà dare l'ultimo saluto a Franco, dunque, dovrà attendere la sua salma al cimitero. Per sua espressa volontà, la bara verrà tumulata a terra. Una scelta che conferma la semplicità di un uomo che ha vissuto la sua vita con garbo ed umiltà. Ai famigliari di Franco (la moglie Concetta, i figli Gianna, Gianni e Giuliano, le nuore, i nipoti ed i parenti tutti), vadano le più affettuose condoglianze della redazione di Narnionline.com
17/9/2018 ore 14:45
Torna su