Giovedì 24/05/2018
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 02:24
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: è ancora emergenza sangue, il presidente della sezione Avis Rossi lancia un nuovo appello
E' sempre emergenza sangue. Il calo fatto registrare negli ultimi anni dalle donazioni continua nel suo trend negativo. Il fenomeno, che si manifesta a livello nazionale, coinvolg, purtroppo, anche Narni. "La nostra sezione - spiega il presidente Massimo Rossi -, può contare su 618 donatori effettivi che si impegnano a salvare la vita delle persone e ad restituire un sorriso. L’obiettivo è quello di aumentare i donatori per garantire sicurezza e assistenza nei momenti difficili con un atteggiamento costruttivo. C’è un emergenza che richiede l’attenzione e disponibilità di tutti i cittadini". Rossi torna, dunque, a lanciare un appello a chi è in condizioni di donare il sangue. Nell’ultimo periodo l’Avis di Narni mantiene un livello costante delle donazioni mentre crescono le richieste di disponibilità del sangue e delle sue componenti che consentono di curare malattie e di raggiungere guarigioni in tempi più brevi. "Sangue , piastrine, plasma - spiega Rossi - sono prodotti che possono essere determinanti per la vita umana e si possono ottenere esclusivamente con donazioni volontarie e gratuite da parte di chi consapevolmente diventa donatore Avis. L’Avis cerca ogni giorno di offrire maggiore certezza ai cittadini ma per questo c’è bisogno di un più elevato numero dei volontari. Ognuno di noi può fare la differenza. Donare sangue è donare solidarietà in una società sempre più indifferente di fronte alla necessità altrui. Nonostante gli appelli e gli impegni i donatori non aumentano quando in realtà una donazione periodica, che dura mezz'ora, può salvare una vita. Il sangue non si può fabbricare o comprare, la vera salvezza è la fonte di vita che appartiene ai donatori, alle persone che capiscono quanto sia importante e utile diventare donatore".
24/1/2018 ore 12:56
Torna su