Venerdì 20/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 21:12
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
L'assessore Di Mattia risponde alle critiche di Forza Italia e ribadisce che il territorio narnese è attrattivo per le imprese
“Quel rapporto è vecchio ed i dati si riferiscono addirittura al 2003, dunque l’analisi oggi non è attendibile”. Gianni Di Mattia, l’assessore allo Sviluppo Economico del Comune di Narni, commenta così i risultati prodotti dallo studio del territorio narnese elaborato dal laboratorio “Athena”. I dati, impietosi, emersi dal lavoro di ricerca avevano detto in modo chiaro che Narni non risulta attrattiva per le imprese ed avevano collocato il territorio in una posizione medio bassa della classifica dei comuni della provincia di Terni. Forza Italia aveva sottolineato come il Comune, che tra l’altro era stato l’organo committente di questa ricerca, si fosse ben guardato dal pubblicizzare questo tipo di risultati, ma l’intervento di Di Mattia tende a minimizzare la negatività dei risultati. “L’analisi condotta nel 2004 sul nostro territorio-avverte Di Mattia- sotto i suoi diversi profili socio-demografici ed economici, con dati relativi fino a tutto il 2003, ha permesso l’individuazione di punti di forza e di debolezza che erano l’oggetto della ricerca. L’indagine ha evidenziato che la popolazione è di elevato profilo intellettuale ed ha un marcato senso di appartenenza e che il territorio dispone di un ambiente naturale e di bellezze artistico-monumentali di elevato standing. Accanto a queste peculiarità è stata individuata la presenza di numerose aziende di rilevante dimensione e un tessuto industriale di imprese minori piuttosto consolidato e diffuso sul territorio, con apprezzabili profili di specializzazione settoriale. Tra i punti negativi c’è la significativa tendenza all’invecchiamento della popolazione, e quella al mantenimento delle proprie peculiarità, con volontà di distinguersi rispetto ad aree limitrofe, senza sfruttare adeguatamente i vantaggi di politiche di alleanza. Dalla minoranza consigliare di Forza Italia era venuta, dopo una prima presentazione dei dati, una dichiarazione di apprezzamento del lavoro dell’indagine sullo sviluppo sostenibile del territorio di Narni, che dovrà rappresentare una base di partenza per le scelte da intraprendere. La valutazione dei dati dell’indagine indica un miglioramento del grado di attrattività del territorio narnese, sia tra il 2003 e il 2002, sia rispetto al 1999, che deve essere rafforzato tenendo conto il numero crescente di attività imprenditoriali sia nel breve periodo (2003 rispetto al 2002) che sempre nel medio di circa 100 unità (2003 rispetto al 1999). Insomma-conclude Di Mattia-non sarei così drastico nel dire che il nostro territorio manca assolutamente di attrattività nei confronti delle imprese”.
30/5/2005 ore 15:30
Torna su