Domenica 18/08/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 12:14
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
La Strada di Santa Pudenziana è diventata una mulattiera, disagi per i turisti e per i tanti cittadini che abitano nella zona
(C.A.) La strada che dalla Tiberina, porta alla chiesa di Santa Pudenziana è ormai diventata impraticabile. Negli ultimi giorni è cresciuta la protesta degli abitanti della frazione di Visciano e dei numerosi proprietari delle case che costeggiano la via. I motivi del malcontento scaturiscono dallo stato in cui versa la strada comunale che “ad ogni pioggia – spiega Giorgio De Lorenzi, professionista residente a Roma con una grande passione per Narni e le sue bellezze e proprietario di una casa che frequenta nel tempo libero - diviene meno transitabile, fino alla quasi impraticabilità dell’oggi”. La responsabilità della manutenzione della strada è dell’amministrazione trattandosi di una strada comunale: “I rari interventi di manutenzione delle ditte comunali, - spiega De Lorenzi, portavoce della protesta - risultano pressoché inutili, perché non risolvono il problema alla base. Andrebbero studiate soluzioni valide – continua De Lorenzi – l’acqua riesce ogni volta a sconquassare la strada al suo passaggio, perché non esistono canali di scolo funzionanti”. Nella zona, oltre agli abitanti del borgo di Visciano, ci sono seconde case, case vacanze e attività agrituristiche di vario tipo. Raggiungere queste abitazioni sta diventando sempre più difficile per colpa dei grandi solchi scavati dall’acqua. Negli ultimi mesi alcuni ragazzi hanno messo in piedi un allevamento di cavalli da passeggio, e percorrere la strada più volte al giorno, sta diventando per loro insostenibile. La soluzione prospettata dai residenti della zona, non è quella di violentare il paesaggio asfaltando la strada. Basterebbe cementare i tratti più sconnessi e dotare gli altri di canali di scolo funzionanti. Tra qualche mese la chiesa di Santa Pudenziana tornerà ad ospitare numerosi matrimoni e sarà invasa da parenti ed amici degli sposi, con i disagi che ne conseguiranno. La bellezza della chiesa, stimola anche afflussi turistici notevoli e una strada regolare e ben curata rappresenterebbe un buon biglietto da visita per la zona e per Narni. “Un intervento definitivo sulla strada – conclude De Lorenzi - non dovrebbe comportare difficoltà tecniche ed economiche, ma solo un po’ di buona volontà e di riconoscenza verso la Santa”. E anche nei confronti dei cittadini che pagano milioni di Ici senza poter accedere liberamente a casa propria.


20/1/2004 ore 2:55
Torna su