Martedì 14/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 09:03
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
La gente di Narni ha salutato per l'ultima volta Stefano. Parole toccanti rivolte dai due parroci ai tanti giovani presenti
C’erano tutti a salutare Stefano per l’ultima volta. La cattedrale era stracolma di gente e molte persone sono dovute restare fuori dalla Chiesa. Una cerimonia funebre semplice ma molto toccante quella che Don Roberto Bizzarri e Monsignor Giorgio Brodoloni hanno concelebrato. Parole forti sono state usate da Don Roberto durante l’omelia. Il Parroco si è rivolto ai tantissimi giovani presenti chiedendo loro di avere rispetto delle loro vite e di “non far morire Stefano per la seconda volta con atteggiamenti imprudenti sulle strade". Commoventi anche le parole di Don Giorgio il quale, sebbene non sia più il Parroco della cattedrale, non ha voluto mancare a questo appuntamento. “Stefano è stato il primo bambino che ho battezzato quando venni a Narni”, ha ricordato Monsignor Brodoloni. E poi i giovani, tantissimi e tutti con gli occhi arrossati. Alcuni di loro, gli amici più stretti, hanno letto delle brevi lettere dedicate a Stefano. L’amico del cuore, Lorenzo Carlini, ha letto la sua, con apparente calma ma con una tensione interiore che lo deve aver divorato. Lorenzo è stato quello che più di altri ha vissuto accanto a Stefano per tanti anni: dalla fanciullezza all’adolescenza e quindi sarà quello che d’ora innanzi sentirà più di tutti la mancanza del suo migliore amico. Ha avuto coraggio Lorenzo nel voler vedere, il giorno prima del funerale, il compagno di tante avventure, con gli occhi chiusi, drammaticamente immobile, disteso dentro ad una bara, tra le gelide e tristi pareti di un obitorio.
Finita la cerimonia i ragazzi hanno fatto a gara per prendersi sulle spalle la bara e portarla fino al carro funebre che attendeva fuori dalla Cattedrale. La mamma di Stefano aveva strappato il cuore di tutti quando entrando in Chiesa aveva detto a gran voce “Voglio vicino a me gli amici di Stefano!” Alla fine quella stessa mamma è stata circondata dall’affetto dei narnesi, giovani e anziani. Coraggio mamma…. E coraggio anche ai fratelli di Stefano, Simone che conosciamo bene e Federica che è in attesa di dare alla luce il suo secondo bambino. Speriamo davvero che questa creatura regali un po’ di serenità a questa famiglia che, con la scomparsa di Nino qualche tempo fa e con quella di Stefano sta conoscendo momenti terribili.
(Nella foto lo striscione appeso dagli amici a Porta Ternana. Un altro, tutto colorato e con delle belle frasi, è stato messo dai ragazzi sul luogo dell'incidente)
29/5/2003 ore 22:10
Torna su