Venerdì 20/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 21:14
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
La Comunità Montana Valle del Nera-Monte San Pancrazio ha approvato la convenzione con il G.a.l.
La comunità Valle del Nera e Monte S. Pancrazio, nel corso dell’ultima seduta di consiglio, ha approvato all’unanimità, la convenzione con il G.A.L. (Gruppo di Azione Locale) in seguito all’approvazione da parte della regione Umbria, del Piano di Sviluppo Locale, nell’ambito dell’iniziativa Comunitaria, denominata L.E.A.D.E.R. Plus, all’Associazione GAL Ternano. Il piano di sviluppo locale del GAL Ternano, prevede, la promozione del territorio e delle culture locali e i servizi all’introduzioen di fonti energetiche alternative e che per tale progetto sono state individuati queli soggetti beneficiari, la Comunità Montana dell’Amerino “Croce Serra” e la comunità Montana “Valle del Nera e Monte S. Pancrazio”, che hanno stipulato un protocollo d’intesa da cui si evince che il soggetto capofila è la Comunità Montana di Terni. Il finanziamento stanziato è di cinquantamila euro, e prevede che l’Ente guidato da Enrico Cesari, porti avanti il progetto che consiste nell’assistenza alla realizzazione di impianti pilota per autoproduzione e realizzo di energia rinnovabile presso aziende agricole ed agrituristiche, si definisce inoltre di avviare un’attività di informazione e di sensibilizzazione, attraverso seminari, workshop e tavole rotonde, alle aziende potenzialmente interessate a riutilizzare i sottoprodotti dell’agricoltura per la produzione di energia rinnovabile. Il soggetto capofila, vale a dire la Comunità Montana di Terni, è responsabile dell’attuazione del progetto e predispone gli atti amministrativi in raccordo con il CAL Ternano, coordina dal punto di vista amministrativo le attività del progetto con i rispettivi partner, predispone la documentazione per il monitoraggio, predispone infine le rendicontazioni inerenti gli stati di avanzamento e rendicontazione finale da presentare al Gal. Il presidente della comunità Montana di Terni, Enrico Cesari, ha tenuto a ribadire la sua “profonda soddisfazione per l’accordo raggiunto, perché l’esperienza ha dimostrato i benefici ambientali, energetici, economici e sociali, sfruttando le fonti energetiche rinnovabili, che possono avere ricadute ambientali ed economiche sia per l’uso domestico che produttivo”.

11/9/2003 ore 14:13
Torna su