Martedì 23/07/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 01:39
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Il consigliere provinciale Danilo Buconi (Pdci) sollecita la Provincia a sostenere il progetto riguardante l'apertura del casello di "Orvieto Nord"
“La realizzazione del casello autostradale “Orvieto Nord” si rivelerebbe utile non solo all’area industriale che si estende a nord di Orvieto Scalo e al decongestionamento del traffico nelle frazioni di Sferracavallo ed Orvieto Scalo, ma anche a servizio della variante di Castel Viscardo e delle popolazioni e delle attività economiche che insistono nei territori comunali di Allerona, Castel Giorgio e Ficulle”. Lo afferma, in una mozione, il Consigliere provinciale del Pdci Danilo Buconi che sottolinea come “rispetto all’epoca della realizzazione dell’“Autostrada del Sole” siano profondamente e notevolmente mutate le caratteristiche urbanistiche, demografiche ed economiche del territorio, che costituiscono il bacino d’utenza dell’attuale casello autostradale di Orvieto”. Tirando in ballo l’intenso volume di traffico pesante e l’espansione produttiva che interessano la zona a nord di Orvieto Scalo, il Consigliere Buconi sottolinea l’esigenza di realizzare un nuovo casello autostradale a ridosso della località “Le Prese”, “che -sostiene- presenta un’alta concentrazione di strutture economiche, produttive e commerciali”. Di qui la richiesta di un impegno da parte del Presidente e della Giunta di Palazzo Bazzani ad assumere con urgenza, insieme ai Comuni di Orvieto, Allerona, Castel Giorgio, Castel Viscardo e Ficulle, “tutte le iniziative utili alla definizione di azioni politiche, amministrative, urbanistiche e tecniche necessarie alla realizzazione concreta del casello autostradale “Orvieto Nord””; ad attivare gli uffici provinciali competenti al fine di predisporre tutti gli atti preliminari utili al miglioramento della viabilità provinciale di collegamento tra i suddetti comuni ed il nuovo casello; ad inviare la risoluzione che verrà adottata alla Direzione della “Società Autostrade”, alla Regione dell’Umbria, ai Ministeri delle “Infrastrutture” e dei “Trasporti”.

31/5/2006 ore 15:10
Torna su