Giovedì 19/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 05:46
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
I sindaci di Narni e Amelia fanno gli auguri ai cittadini e come "regalo" offrono loro l'accordo fatto per la realizzazione dell'ospedale unico
I sindaci di Narni (Stefano Bigaroni) e di Amelia (Fabrizio Bellini) colgono l'occasione per fare gli auguri ai cittadini da loro amministrati, ricordando il grande passo in avanti che è stato compiuto di recente per la realizzazione del nuovo ospedale comprensoriale. Pubblichiamo il testo integrale del comunicato che i due sindaci hanno inviato alla nsotra redazione.

"Il 14 dicembre abbiamo finalmente firmato l’accordo di programma per la realizzazione dell’ospedale unico superando così tutte quelle perplessità e dubbi emersi in passato. Il nuovo ospedale sarà un ospedale moderno con le tecnologie e le risorse necessarie per rispondere ai bisogni di salute della popolazione. Sarà un ospedale aperto al territorio con una importante struttura di riabilitazione , cosa non da poco in considerazione delle necessità di una popolazione sempre più longeva (per fortuna) e quindi sempre più bisognosa di assistenza riabilitativa. Tutto ciò avverrà per volontà della Regione, delle Provincia , delle nostre amministrazioni comunali e della Direzione della ASL 4 che ha contribuito con noi a raggiungere l'obiettivo di cui si è parlato da troppi anni Da sottolineare anche il sostegno di tutti i comuni del narnese amerino e di altri comuni dei territori limitrofi che non è stato irrilevante ai fini della formalizzazione dell’accordo. In attesa della costruzione del nuovo ospedale vogliamo tuttavia testimoniare l’impegno dei comuni di Narni e Amelia e della ASL 4 per garantire in questa fase transitoria l’erogazione di prestazioni di qualità. Non ci sembrano garanzie da poco, in considerazione del fatto che le due strutture ospedaliere lavorano già al meglio, non soltanto rispondendo ai primi bisogni di salute della popolazione come ospedali di “territorio”, così come li definisce il Piano Sanitario Regionale , ma costituendo anche , in alcuni casi, delle punte di eccellenza. Lo dimostra l’elevatissimo numero di pazienti che da Terni e da altre province vicine anche non Umbre, sceglie Narni-Amelia per le cure necessarie. Importante è inoltre l’interazione con il Distretto in grado di creare dei percorsi virtuosi tra territorio ed ospedale, garantendo così la continuità delle cure anche grazie all'impegno e alla professionalità dei medici di medicina generale impegnati a "dialogare" con i medici ospedalieri. In attesa del nuovo ospedale saranno ulteriormente implementate le specialità che già caratterizzano le due sedi ospedaliere. Tutto ciò grazie alla professionalità degli operatori, ma anche grazie all’attaccamento alle strutture dei cittadini spesso impegnati con le associazioni locali nella raccolta di fondi destinati a potenziare le strutture esistenti. Vogliamo per questo ringraziare tutte le associazioni che si adoperano per il nostro Presidio Ospedaliero e quindi anche le AVIS del territorio. Anche grazie a loro è possibile effettuare interventi chirurgici e terapie che necessitano della risorsa sangue. Le unità di raccolta di Narni ed Amelia raccolgono ogni anno circa 1900 flaconi di sangue . Tale quantitativo serve per garantire gli interventi chirurgici ed alcune cure mediche, non solo nei nostri ospedali ma anche nell’azienda ospedaliera di Terni, che ogni anno utilizza buona parte del sangue raccolto a Narni ed Amelia. A fine anno desideriamo quindi esprimere una valutazione estremamente positiva del livello organizzativo e delle scelte della Direzione ASL4, anche in considerazione sia degli impegni assunti per potenziare le tecnologie e le strutture esistenti sia dell’impegno di innovare, trasformando e cercando di applicare nuovi modelli organizzativi che si sposano bene con le scelte e gli indirizzi regionali.
Buon anno a tutti".

31/12/2004 ore 4:59
Torna su