Sabato 11/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 04:50
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Ex Spea: scende in campo anche Forza Italia: "Stiamo lavorando anche noi ed il Governo può darci una mano purchè si remi tutti dalla stessa parte"
Fanno a gara per accaparrarsi i meriti di una felice conclusione dell’iter riguardante la liberalizzazione dei terreni della ex Spea a Narni Scalo. I partiti di minoranza non vogliono essere messi nell’ombra ed anzi reclamano una visibilità che secondo i loro rappresentanti gli spetta di diritto. Ieri An aveva ricordato l’impegno con il quale i propri rappresentanti istituzionali si stanno battendo per far si che la vicenda legata alla volontà da parte del Comune di Narni di far costruire in quell’area una grande parco tematico, giunga presto a conclusione, oggi è la volta di Forza Italia affacciarsi per ribadire, più o meno, gli stessi concetti. “Riguardo alla ex Spea-ha detto Sergio Bruschini di Forza Italia- molti passi avanti sono stati fatti e l’obiettivo, così come evidenziato nel corso di un recente incontro con il sottosegretario Teresa Armosino di Forza Italia che detiene la delega insieme al ministro Siniscalco del Ministero del Tesoro, è giunto ad un punto di svolta. Ora la Spea tornerà ad esser nelle disponibilità dell’Agenzia del Demanio per essere definitivamente alienata ed è questo il momento in cui il comune di Narni può entrarne in possesso. Recentemente abbiamo anche chiesto al ministero di fare in modo che questa area venga ceduta al comune senza nessun corrispettivo economico e lo stesso vice-premier Gianni Letta ha mostrato la sua disponibilità in questo senso. La disponibilità ad affrontare la questione potrebbe esser presa in seria considerazione, non solo per la cessione gratuita dell’area ma anche per un intervento in relazione all’utilizzo di parco a tema, situazione alla quale abbiamo sempre posto una rilevanza esclusiva come volano di sviluppo non solo della nostra provincia ma dell’intera regione. Certo-continua Bruschini-le recenti frizioni tra il sindaco di Narni con quello di Terni e le minacce di lasciare il nostro comune a piedi sul patto di territorio per le questioni energetiche, non aiutano il processo. Ora è importante che il consiglio comunale di Narni voti un O.d.g. dove si impegni ad inserire la Spea nel patto di territorio in discussione con il governo, che l’area sia ceduta gratis al comune in virtù delle note difficoltà economiche della zona, che la destinazione e l’utilizzo sia quello di un parco a tema e che il governo, in sinergia con le istituzioni locali, regione, provincia e comuni, si attivino per questo grande progetto di valenza non solo provinciale ma regionale. La Spea deve uscire dalle secche di un semplice problema comunale o al massimo locale, in quanto le potenzialità e le opportunità ci sono tutte ed il Governo si è impegnato a sostenerci”.
24/3/2005 ore 10:53
Torna su