Domenica 05/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 05:20
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Digitalizzazione delle cartelle cliniche: risultati positivi dalla sperimentazione effettuata negli ospedali di Terni, Narni e Orvieto
“I nuovi strumenti informatici al servizio della sanità in Umbria” ed i “servizi audiovisivi digitali: la post-produzione audiovisiva in alta definizione” sono i due progetti pilota che sono stati presentati mei giorni scorsi al Videocentro di Terni nell’ambito di un Convegno su “La società dell’informazione e le politiche dello sviluppo della Regione Umbria”. All’iniziativa, promossa dalla Regione Umbria e dal Centro Multimediale di Terni e coordinata dal Presidente del Centro Multimediale di Terni Sergio Zavoli, erano presenti tra gli altri l’assessore regionale Federico Di Bartolo, il direttore dell’Azienda ospedaliera “Santa Maria” di Terni, Luigi Macchitella, Edoardo Romoli, della direzione medica dell’Ospedale Santa Maria della Stella di Orvieto e Fabio d’Angella, General Manager di Proxima e Cinecittà Digital. “I due progetti – ha detto Di Bartolo – hanno comportato un investimento complessivo di circa due milioni di euro e sono volti a sviluppare, in un caso, la sperimentazione di prestazioni di servizi sanitari su rete a banda larga, nell’altro le tecniche e le attività d’impresa nella pre-post produzione digitale. La loro specificità – ha aggiunto Di Bartolo – sta nel carattere fortemente innovativo che ne ha permesso l’approvazione da parte dell’Unione Europea”. Obiettivo del primo progetto, denominato “Digital Platform for Health Network (DPHN)” e sviluppato nell’ambito del Programma di azioni innovative FESR Umbri@in.action della Regione dell’Umbria, quello di sperimentare tre specifiche funzionalità relative alla creazione della cartella clinica digitale, in particolare gli aspetti riguardanti la digitalizzazione della cartella clinica per l’acquisizione e il successivo aggiornamento on line di tutte le informazioni relative al paziente, l’introduzione di una nuova piattaforma tecnologica per razionalizzare e rendere coerente il flusso della prescrizione sanitaria e la possibilità di consultazione in remoto, ed in tempo reale, di referti ed immagini radiologiche. Per la parte di cartella clinica sono stati selezionati reparti campione di tre diversi ospedali umbri (Azienda Ospedaliera “Santa Maria” di Terni, Ospedale “Santa Maria della Stella” di Orvieto e Ospedale di Narni/Amelia), mentre per quanto riguarda le condivisioni radiologiche la sperimentazione ha coinvolto i reparti dell’Azienda ospedaliera “Santa Maria” di Terni. Per lo sviluppo delle parti progettuali di competenza, il Centro Multimediale di Terni ha definito uno specifico e articolato piano di collaborazione (con Archebit S.p.A., Euromedia S.r.l., Sistematica S.p.A., Webred S.p.A., nonché con la ASL 4 di Terni, Narni, Orvieto, Amelia e con l’Azienda Ospedaliera “S. Maria” di Terni) con il quale sono state definite le attività di sviluppo e di coordinamento del progetto, le specifiche relative al software di acquisizione e gestione delle informazioni sensibili, nonché l’architettura di sistema che ha consentito una distribuzione omogenea e integrata dei vari database, garantendo però a ciascuna struttura ospedaliera l’accesso autonomo ai propri dati. La fase di sperimentazione si è dunque conclusa ed ora il prossimo obiettivo è quello dell’estensione dell’ambito di applicazione e di piena fruibilità dei servizi fin qui sviluppati. Il secondo progetto, sui “Servizi audiovisivi digitali: la post-produzione audiovisiva in alta definizione”, si inquadra invece nell’ambito della riqualificazione e rilancio dell’attività audiovisiva del Centro Multimediale di Terni. Il progetto nasce dall’Azione 3 del Programma di Azioni Innovative e consiste nella promozione di un’offerta integrata di servizi audiovisivi digitali in alta definizione per le fasi di produzione e post-produzione. L’obiettivo è stato di analizzare e sperimentare le prospettive di sviluppo per la gestione della pre-produzione, produzione, post-produzione e distribuzione dei servizi in qualità digital film attraverso la creazione, aggregazione e distribuzione di contenuti multimediali, in grado di valorizzare l’esperienza produttiva e di relazione attualmente in essere nel territorio umbro.
27/2/2004 ore 16:15
Torna su