Martedì 26/05/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 13:42
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Dal 12 al 16 novembre torna "Umbria Libri", sono più di settanta gli editori umbri presenti alla rassegna
Oltre settanta editori umbri presenti che propongono 30 nuovi volumi pubblicati nel 2003 ed oltre duemila titoli, e 100 eventi che coinvolgeranno oltre 200 relatori. Sono questi i numeri con i quali si presenta al via la nona edizione di “UmbriaLibri”, la mostra- mercato dell’editoria umbra ideata e organizzata dalla Regione Umbria, che si svolgerà a Perugia dal 12 al 16 novembre e ad Orvieto dal 26 al 29 novembre prossimi, e che quest’anno svilupperà il tema della “Modernità imperfetta”. Il programma dell’iniziativa è stato illustrato dall’assessore regionale alla cultura Gianfranco Maddoli, dall’assessore alla cultura della Provincia di Perugia, Silvano Ricci, dal Direttore scolastico regionale, Anna Maria Dominici, da Giuliano Masciarri, rappresentante della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia (principale sponsor della manifestazione), dalla segretaria dell’Istituto regionale ricerca educativa (IRRE), Margherita Rossi e dal dirigente del Servizio attività culturali della Regione, Baldissera Di Mauro. Mostre, di cui una in anteprima sulla storia del giornalismo, ma anche dibattiti, seminari, lezioni, laboratori e visite guidate riservate alle scuole, e poi ancora incontri con autori, intellettuali e giornalisti, con l’ormai tradizionale appendice orvietana (dal 26 al 29 novembre) degli incontri filosofici, compongono il ricco programma 2003 i “UmbriaLibri”. “Anche per il 2003 la manifestazione – ha spiegato l’assessore Maddoli -, giunta ormai alla nona edizione, si caratterizza per un calendario ricco di appuntamenti che la riconfermano tra gli eventi più prestigiosi del panorama editoriale italiano ed internazionale, in continua crescita sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo. UmbriaLibri – ha sottolineato – è l’iniziativa più importante, tra quelle che la Regione attua per supportare e dare visibilità all’editoria regionale, promuovendo nel contempo l’interesse e il gusto per la lettura, soprattutto nei confronti del mondo della scuola”. Ed è proprio dal mondo della scuola che – come ha affermato la direttrice dell’Ufficio scolastico regionale, Anna Maria Dominici – si guarda a “questa iniziativa come ad una delle più attese ed interessanti, a cui i vari istituti aderiscono sempre più numerosi”. Alle scuole è dedicata una parte significativa del programma che, - come ha sottolineato Grassi dell’IRRE - oltre alla consueta rassegna delle pubblicazioni cartacee e anche multimediali della scuola pubblica, propone, tra le altre cose, visite guidate nella Galleria Nazionale dell’Umbria per studiare il rapporto tra libro e opera d’arte, e poi ancora uno scambio di libri tra studenti (boockcrossing), e poi ancora proposte di lettura (Le parole tra noi leggere) ed altro ancora.
10/11/2003 ore 11:55
Torna su