Venerdė 05/06/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 20:38
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Crisi Sgl Carbon: gli operai bloccano l'ingresso della fabbrica con dei grossi elettrodi messi di traverso
Sale la tensione allo stabilimento della Sgl Carbon di Narni Scalo. In queste ore gli operai, riuniti in assemblea all'interno della fabbrica, hanno deciso di irrigidire ulteriormente la loro posizione, bloccando fisicamente l'ingresso dello stabilimento con alcuni, grossi elettrodi posti di traverso, davanti alla portineria. La decisione di passare alle vie di fatto č nata dall'ennesimo confronto avuto dai sindacati con il management dell'azienda che ancora una volta non ha dato garanzie riguardo alle decisioni che la multinazinale tedesca intende prendere per il futuro. E che la tensione stesse salendo di tono si č capito anche dal fatto che sin dalle prime ore della mattina, intorno a Narni Scalo si č notato un certo movimento da parte delle forze dell'ordine. Carabinieri, anche dei reparti operativi, erano sparsi in vari punti della cittā. Forse qualcuno temeva che potessero verificarsi degli incidenti, ma per fortuna, ancora una volta i lavoratori dell'ex Elettrocarbonium hanno dato prova di grande civiltā e questa nuova protesta si č svolta in modo composto ed ordinato. Nonostante la preoccupazione e lo scoramento che albergano nell'animo di ognuno di essi. "La preoccupazione in effetti continua a salire - commenta il sindaco di Narni Francesco De Rebotti, che da stamattina, megafono in mano, si trova insieme agli operai all'interno della fabbrica -. Tuttavia confidiamo negli appuntamenti in programma la prossima settimana a Roma. Speriamo che si aprano spiragli e che la situazione possa sbloccarsi positivamente" Tra gli appuntamenti cui fa riferimento il sindaco c'č l'incontro tra il governo ed i parlamentari umbri, in programma lunedi 10 febbraio e quello convocato al Ministero dello Sviluppo Economico in programma martedi 11 alle 15, tra i rappresentanti dell'azienda, i sindacati e le istituzioni.
(Nella foto i grossi elettrodi messi di traverso davanti all'ingresso della fabbrica)
7/2/2014 ore 12:15
Torna su