Lunedì 06/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 22:27
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Crisi idrica: dopo i due giorni di fuoco i cittadini lanciano feroci critiche all'indirizzo del Sii
"Non è stato un vero guasto, si era semplicemente intasata una conduttura a causa del guasto del giorno prima". Dal Comune spiegano così l'ennesima interruzione dell'erogazione dell'acqua che si è verificata nel pomeriggio di giovedi 3 ottobre. "Purtroppo il guasto di mercoledi mattina alla pompa dell'Argentello - dicono dal Comune -, ha fatto 'svuotare' tutta la linea, in conseguenza di ciò si sono creati dei vuoti d'aria e quando la pressione dell'acqua è tornata a salire si sono verificati degli intasamenti che hanno creato una sorta di 'tappo', in alcuni punti della tubazione. I tecnici erano già intervenuti in mattinata per risolvere una di queste situazioni, poi nel pomeriggio sono dovuti intervenire nuovamente in quanto si era bloccata la stazione di pompaggio di 'Narni 2', quella che serve gran parte di Narni Scalo e la zona di Tre Ponti. Intanto dai cittadini piovono, è il caso di dirlo, forti critiche all'indirzzo del Sii. Il rimprovero maggiore è questo: "perchè, in considerazione del fatto che la rete idrica narnese è vecchissima e quindi è soggetta a guasti improvvisi, nei punti cardine del sistema non vengono predisposti dei sistemi di 'riserva' in grado di essere attivati in caso di emergenza? Probabilmente, se all'Argentello ci fosse stata pronta una pompa identica a quella che è andata in tilt, la gente non sarebbe rimasta senz'acqua per quasi dieci ore. Il guasto poteva essere riparato con la necessaria calma ed il servizio avrebbe potuto essere garantito dalla pompa gemella".
5/10/2013 ore 5:29
Torna su