Lunedì 18/11/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 16:11
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Corsa all'Anello: presentata a Palazzo Eroli la 45esima edizione della festa
E' stata presentata a Palazzo Eroli la 45esima edizione della Corsa all'Anello. All'incontro erano presenti il sindaco Francesco De Rebotti, il segretario generale dell’ente Corsa Carlo Capotosti, il responsabile delle pubbliche relazioni Francesco Cabiati, quello del coreografico Marco Matticari, il parroco della cattedrale don Angelo d’Andrea. Erano inoltre presenti i vertici dei terzieri Mezule, Fraporta e Santa Maria e Franco Ragno, presidente dell’associazione culturale Soqquadro.
Gli interventi
Francesco De Rebotti ha detto: “Narni è la città della Corsa all’Anello e con essa si identifica. La festa è senza dubbio l’evento più importante della città, la punta di diamante degli eventi. L’amministrazione comunale, proprio per l’importanza che la festa ricopre, sta cercando di muoversi in diverse direzioni per fare in modo di agevolare e dare lustro sempre di più alla Corsa all’Anello. Quest’anno il Comune ha fatto in modo che la Corsa all’Anello ottenesse il marchio regionale di 'ecofesta' ed i relativi contributi e per il prossimo anno, se tutto andrà come previsto, grazie ai lavori che stanno per partire a Palazzo dei Priori, l’ente Corsa ed i terzieri avranno dei nuovi spazi a disposizione in quello che diventerà lo scrigno della Corsa all’Anello e della sue attività.
Carlo Capotosti: “Nonostante l’incalzante crisi economica ed il taglio dei finanziamenti, siamo riusciti a stilare un programma degli eventi ricco e ben strutturato. Oltre alle manifestazioni legate alla tradizione abbiamo voluto prediligere quest’anno l’aspetto culturale della festa con una serie di convegni, mostre e conferenze dedicate al Medioevo che daranno un taglio diverso alla Corsa all’Anello. Tengo infine a sottolineare l’importanza che la Corsa all’Anello ha per la città dal punto di vista turistico. Lo scorso anno abbiamo contato 100mila presenze e speriamo quest’anno di fare ancora meglio, anche grazie alle novità che abbiamo in programma che si legheranno alla tradizione, attirando i visitatori.
Francesco Cabiati: “La festa, quest’anno, presenterà diverse novità che andranno ad affiancarsi agli eventi della tradizione. In occasione del 45ennale della festa ci saranno due i due album celebrativi che rappresentano un sentito e dovuto omaggio alla Corsa all’Anello, alla sua storia ed ai personaggi che hanno reso grande la festa. Avremo un attenzione particolare all’aspetto religioso della Corsa all’Anello, perché non dobbiamo dimenticare che la festa è dedicata al nostro santo patrono Giovenale. Oltre a ciò, quest’anno, abbiamo deciso di lasciare più spazio ai gruppi storici locali, come gli arcieri e le danzatrici medievali, che si esibiranno in una serie di spettacoli, mettendo in luce la loro bravura. La festa deve essere volta anche alla valorizzazione delle risorse locali e le loro esibizioni ne sono la testimonianza più tangibile.
Don Angelo D’Andrea: “Quest’anno, di comune accordo con l’ente Corsa ed i terzieri, è stato deciso di aiutare le famiglie bisognose della città con dei gesti concreti. Abbiamo deciso di non fare il pranzo delle autorità del 3 maggio, giornata dedicata al santo patrono Giovenale, e di destinare il denaro al vescovo Ernesto Vecchi che lo donerà alla Caritas parrocchiale per le famiglie che ne hanno bisogno. In un periodo di profonda crisi, la Corsa all’Anello rappresenta una speranza perché si fonda sulla tradizione e prepara le nuove generazioni al futuro. Tramandare significa proprio non spegnere la speranza e la tradizione e lo spirito di aggregazione che caratterizza la Corsa all’Anello sono destinate a tutto ciò.
19/4/2013 ore 19:06
Torna su