Domenica 19/11/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 13:24
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Capitone: l'ufficio postale è salvo, il Tar accoglie il ricorso presentato dal comune
L'ufficio postale di Capitone è salvo. Almeno per il momento. A dirlo è il Tar del Lazio che ha accolto il ricorso presentato dal Comune di Narni. “E’ una notizia molto importante - dice il sindaco De Rebotti -, che testimonia come la battaglia portata avanti insieme ad Anci e Regione, aveva il suo fondamento in un legittimo ed essenziale interesse per i cittadini”. “La vicenda di Capitone, terminata con un importante risultato – ha aggiunto De Rebotti – si affianca a quella, altrettanto positiva, dell’ufficio postale di Schifanoia, entrambi servizi essenziali in ragione di un'utenza considerevole, anziana e in difficoltà logistica dovuta alla distanza dagli uffici dello Scalo e di Narni centro. Insieme ad altri sindaci interessati dallo stesso problema – ha ricordato de Rebotti - avevamo fatto causa contro poste ed il Tar del Lazio ha sancito le nostre ragioni con un giudizio perentorio e favorevole al mantenimento degli uffici postali periferici”. Il pronunciamento del Tar ha riguardato anche Annifo e Capodacqua di Foligno, Collestatte di Terni, Villastrada di Castiglione del Lago e Collazzone. L’assessore regionale Antonio Bartolini ha ricordato in una nota come le motivazioni del Tar “sono pressoché identiche per tutti gli uffici postali. Era necessario infatti - a giudizio del Tar - 'indicare puntualmente' le ragioni per cui, nel luogo interessato dalla soppressione, restino 'garantite prestazioni di servizi conformi agli obblighi imposti a livello europeo e nazionale' e le chiusure degli uffici periferici non siano dettate solo da ragioni economiche”.
26/7/2016 ore 13:12
Torna su