Martedì 21/01/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 12:25
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Calvi dell'Umbria: polemiche per due campi di bocce che sono stati abbandonati nonostante le promesse dell'amministrazione comunale
Le bocce non tirano più. A Calvi dell’Umbria all’inizio degli anni novanta l’amministrazione comunale, comandata allora dal sindaco Gaetano Trandafilo, spese una ventina di milioni delle vecchie lire per realizzare due campi di bocce lungo via della Collegiata, in una zona ricca di verde e distante poche decine di metri dalla piazza principale. L’entusiasmo di un cospicuo numero di anziani permise di creare un vero e proprio circolo bocciofilo la cui attività andava dal mese di marzo a quello di ottobre. Durante l’inverno c’era tuttavia qualcuno che si occupava di tenere puliti i campi e la zona circostante in modo tale che il degrado prendesse il sopravvento. Tutto questo è durato fino a qualche anno fa, poi causa la scomparsa di qualche vecchietto e del disinteresse sempre più crescente verso questa attività sportiva tra le più popolari, i due campi hanno cominciato a riempirsi di erbacce e le assi che formano i bordi delle piste ad ammuffirsi. Il sindaco Daniele Radici pensò allora di intervenire, proponendo un recupero di quell’area: “ci faremo uno spazio da dedicare ai bambini”, disse, ma il poveretto non ha fatto in tempo a realizzare il suo piano perché a settembre di un anno fa è morto. I nuovi amministratori sono stati sollecitati da molti cittadini a sistemare quell’area ma sino ad oggi non hanno mosso un dito per farlo. “Stiamo valutando la situazione – ha detto Gianni Giacomini l’assessore allo sport – e non è da escludere che si andrà avanti con il progetto che intendeva realizzare Daniele”. Ma oltre queste promesse il nulla. Intanto quell’ampia zona è nel più totale degrado e c’è anche chi giura di aver visto delle serpi gironzolare su quella che una volta era la terra battuta dei due campi da bocce.
6/8/2005 ore 12:25
Torna su