Mercoledì 18/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 10:05
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Caldo torrido e ozono a livelli di guardia. Il Comune invita anziani e bambini a non uscire nelle ore più a rischio
Ozono a livelli di guardia. Il caldo torrido di questi giorni ha fatto salire i valori relativi alla concentrazione di ozono nell’aria in varie parti del territorio narnese. Nelle giornate del 12 e del 13 giugno le centraline di rilevamento dislocate in vari punti del comune hanno confermato che la soglia di attenzione è stata superata soprattutto nelle ore più calde, quelle che vanno dalle ore 13 fino alle 18. Ed è in questi orari che gli amministratori narnesi invitano i cittadini, che per ragioni di età o di salute non sono in perfette condizioni fisiche, ad evitare di uscire ed esporsi al sole. Ma l’invito è generalizzato a tutta la popolazione: “Sarebbe bene evitare che in questi orari-dicono dal Comune-si evitassero anche attività sportive o agonistiche di qualsiasi tipo”. Stesso discorso per i bambini che, al pari delle persone anziane, risentono molto delle difficoltà provocate dall’alta concentrazione di ozono. Le zone dove la canicola in questi giorni si sta facendo sentire sono ovviamente quelle poste più in basso. Quindi a Narni Scalo la situazione è molto vicina a quella che si registra a Terni. Un po’ meglio se la passano gli abitanti del centro storico che possono contare in molti casi sulla frescura naturale delle loro vecchie case, soprattutto se queste si trovano all’interno di vie e vicoli dentro i quali il sole non riesce ad arrivare per troppe ore al giorno. Piìù fortunati in senso assoluto i narnesi che risiedono nelle frazioni collinari: Itieli, Altrocanto, Sant’Urbano. Qui di giorno il sole picchia come altrove, ma il tasso di umidità è leggermente inferiore rispetto a Narni e a Narni Scalo, ma è di sera che la situazione diventa eccellente grazie al fresco che si può godere per effetto della presenza dei boschi circostanti. A chi risiede nel centro storico l’unico consiglio che possiamo dare, per approfittare di un po’ di frescura serale, è quello di farsi una paseggiata verso Ferocia o, in alternativa, lungo il marciapiede della “Memoria”, zona ufficio postale, o ai giardini di San Bernardo.

14/6/2003 ore 12:55
Torna su